mercoledì 6 febbraio 2013

Torino e la Francia, un incontro lungo tutto il 2013

Si assomigliano persino nei loro simboli più famosi, entrambi slanciati verso l'alto da una base che mano a mano si fa più sottile, entrambi a lungo le costruzioni più alte della città, la Mole Antonelliana a Torino e la Tour Eiffel a Parigi. Tra Torino e Parigi le affinità non sono solo elettive: ci sono anche prospettive urbane, architetture e idiosincrasie che si assomigliano, non per niente, tempo fa, Torino era definita la piccola Parigi, idea a volte antipatizzante, a sottolinearne l'estraneità dall'Italia confusionaria e caciarona, e a volte simpatizzante, a esaltarne le atmosfere eleganti e sofisticate.
Per tutto il 2013 Torino incontrerà la Francia, il Paese a cui è legata da evidenti vincoli storici e culturali. Ci sarà uno scambio di cultura e progetti, fino all'apogeo, il vertice franco-italiano tra François Hollande e il Presidente del Governo italiano, nel capoluogo piemontese, in autunno. Fino ad allora Torino ospiterà numerosi eventi, anticipati dalla mostra alla Promotrice delle Belle Arti sull'Impressionismo e dal Capodanno 2013, in salsa francese.
Il Tappeto Volante di Daniel Buren, una delle Luci d'Artista più originali, con i colori della bandiera francese, rimarrà per tutto l'anno davanti a Palazzo di Città, ad accogliere i turisti e a ricordare il legame speciale con la Francia.
Ma la lista degli Eventi omaggio al Paese vicino inizia con la mostra fotografica Le Grand Bleu, dedicata a Marsiglia, Capitale Europea della Cultura 2013, a Palazzo Saluzzo Paesana dall'8 al 17 febbraio. Febbraio è anche il mese di molte rassegne cinematografiche, una delle quali, My FrenchFilmFestival permette di vedere per un mese molto cinema giovane, creativo e francese online (il sito è www.myfrenchfilmfestival.com); ci sono poi omaggi a Jacques Audiard (Cinema Massimo, 19-27 febbraio) e a François Truffaut (Cinema Mazzimo 1 marzo 1-aprile).
Dal 22 febbraio al 30 marzo, la mostra Pittori d'oggi Francia-Italia permetterà, alla Promotrice delle Belle Arti, a giovani pittori italiani e francesi di mostrare gli stretti legami tra le loro culture (tra gli artisti invitati, Vasco Bendini, Francesco Casorati, Giacomo Soffiantino, Jean Cortot Marc Antoine Louttre, Louis Nallard.
I principali teatri torinesi ospiteranno a febbraio e marzo numerosi spettacoli ispirati alla Francia, ancora francesi sono le ispirazioni delle letture al Circolo dei Lettori di via Bogino, così come il Festival de la Fiction Française accenderà le luci sulla giovane letteratura francese il 26 e 28 febbraio e il 4 e 6 marzo.
A marzo gli appuntamenti sono eminentemente gastronomici, con mercatini e scambi di conoscenze: dal 16 al 23 marzo mercatino in piazza Palazzo di Città; il 22 e 23 marzo 2013 alla Maison Massena, in via Massena 20, uno chef lionese propone una cena ed un corso di cucina per far conoscere la gastronomia francese; ancora il 22 e 23 marzo, di nuovo in piazza Palazzo di Città, un mercatino di prodotti tipici della Savoia, organizzato da Chambéry.
Il calendario completo degli eventi lo trovate, in .pdf, nella brochure del Comune di Torino.
In conferenza stampa, il sindaco di Torino Piero Fassino ha fatto sapere che si stanno progettando altri incontri internazionali, nell'ambito del progetto Torino Incontra: il 2014 l'incontro sarà con Istanbul, nel 2015 con Berlino, sorella d'elezione e punto di riferimento nelle grandi trasformazioni, non solo urbanistiche, di Torino.

Nessun commento:

Posta un commento