venerdì 17 gennaio 2014

Art Speed Date, la nuova visita guidata che seduce Palazzo Madama e sbarca alla GAM

C'è un nuovo modo di conoscere e frequentare l'arte che si sta imponendo a Torino in queste ultime settimane: la visita guidata di 10 minuti limitata a un solo quadro o a un solo gioiello artistico di un ente culturale o di una mostra temporanea. Si chiama Art Speed Date, ha esordito a Torino nei giorni di Natale, per rivelare ai visitatori i segreti della Sacra Famiglia di Raffaello, il quadro che l'Ermitage di San Pietroburgo ha prestato a Palazzo Madama, nell'ambito di una serie di scambi culturali che proseguiranno per tutto l'anno (Palazzo Madama si è privata di uno dei suoi gioielli più noti, il Ritratto d'uomo di Antonello da Messina, adesso esposto nel Museo russo). L'idea è della Fondazione Torino Musei e si basa su una filosofia sintetizzata dalla presidente Patrizia Asproni: "A volte dietro un'opera si può nascondere un'intera mostra". Lo scopo di Art Speed Date è aiutare a scoprirlo.
Il successo di pubblico è stato notevole, ben 15mila persone in circa venti giorni. Così l'esperienza si replica il 18 gennaio e l'8 e il 22 febbraio 2014; e poi, da marzo, ripartito il quadro di Raffaello per la Russia e tornato a casa il Ritratto d'uomo di Antonello da Messina, gli appuntamenti delle visite guidate veloci saranno dedicati a questo capolavoro dell'arte italiana, simbolo delle collezioni del Museo Civico di Palazzo Madama; successivamente si passerà ad altre opere, tra cui l'Anello nuziale del Tesoro di Desana, dal Veranda sud di Filippo Juvarra, il Vaso Medici. Un modo nuovo per conoscere le opere di Palazzo Madama, un invito ad approfondire la conoscenza di ogni opera, per realizzare che sì, davvero ogni quadro potrebbe essere protagonista di una mostra.
A prescindere dal successo più o meno prevedibile dell'esperienza a Palazzo Madama, era già in programma l'ampliamento dell'iniziativa alla GAM, la Galleria d'Arte Moderna più antica d'Italia. Se a Palazzo Madama è stata la Direttrice Enrica Pagella a presentare e spiegare il quadro di Raffaello al pubblico, alla GAM si debutterà il 28 gennaio alle 18.30, con il Direttore Danilo Eccher che rivelerà i segreti dell'Orange car crash di Andy Warhol, una serigrafia appartenente alle collezioni permanenti del Museo. In calendario, anche la picassiana Natura morta con melone, spiegata dal vicedirettore della GAM Riccardo Passoni, Saffo di Antonio Canova, raccontata da Virginia Bertone, una delle conservatrici del Museo, Tagli o Teatrini di Lucio Fontana, spiegata dalla conservatrice Elena Volpato. 
Sia a Palazzo Madama che alla GAM, la formula prevede un aperitivo nella caffetteria, a conclusione della visita veloce, e un costo di 15 euro.
Per info e prenotazioni, prenotazioniftm@arteintorino.com


Nessun commento:

Posta un commento