Eventi    Luoghi   Made in TO   Progetti   Storie   In viaggio               Chi sono  Contatti

lunedì 24 marzo 2014

Quando sul tetto di Palazzo Madama c'era l'Osservatorio Astronomico di Torino

Prima di trovare sede in collina, a Pino Torinese, l'Osservatorio Astronomico di Torino ebbe sede sul tetto di Palazzo Madama.
Certo, l'edificio più antico e singolare di Torino, l'unico sorto intorno a una porta romana, l'unico, come dicono, 'con una facciata senza edificio alle spalle', ne ha viste di tutti i colori nei suoi due millenni di storia, ma questa è davvero sorprendente.
La storia risale al 1822, quando l'astronomo Giovanni Plana, una delle figure più importanti della storia dell'astronomia torinese, portò i suoi strumenti dall'Accademia delle Scienze a Palazzo Madama, per iniziare l'osservazione dei cieli in maniera sempre più sistematica; e sui tetti dell'edificio costruì un vero e proprio osservatorio.
Ma non si trattò, evidentemente, di una scelta felice: al centro di piazza Castello, l'Osservatorio si vide sempre più limitato dall'inquinamento luminoso e all'inizio del XX secolo si decise il trasloco a Pino Torinese, dove si trova tuttora. I tetti di Palazzo Madama ritornarono alla loro funzione originaria e dell'epoca in cui furono trasformati in Osservatorio Astronomico cittadino rimangono solo poche foto, reperibili anche in Rete. Eccone una e si può dire: per una volta, meglio com'è adesso.



Nessun commento:

Posta un commento