mercoledì 30 aprile 2014

Verso il Salone del Libro 2014: il Salone Off conquista le Circoscrizioni e la cintura

Arrivato all'11° edizione il Salone Off, la versione 'diffusa' in città del Salone del Libro, è diventato inarrestabile. Dal 29 aprile al 17 maggio, ha in programma ben 500 appuntamenti in oltre 200 luoghi tra Torino e la sua cintura (Moncalieri, Orbassano, Pinerolo, Rivoli, Settimo Torinese e Chivasso i sei Comuni coinvolti). Sono numeri che fanno capire quanto sia difficile dare un'idea di tutti gli appuntamenti in programma. Ma ci si può provare.
E iniziamo con il segnalare che per la prima volta tutte le 10 Circoscrizioni torinesi sono parte in causa: in questa edizione partecipano anche le circoscrizioni 5 (Borgo Vittoria, Madonna di Campagna, Lucento, Vallette), 6 (Barriera di Milano, Regio Parco, Barca, Bertolla, Falchera, Rebaudengo, Villaretto) e 10 (Mirafiori Sud), con le loro piccole e grandi realtà culturali, dalla Biblioteche Carlo Levi della Falchera fino al Mausoleo della Bela Rosin di Mirafiori, passando per una delle location più suggestive di tutte, il Capannone dello strippaggio dell'ex Teksid, nel Parco Dora. Come sorta di filo comune dell'incredibile numero di eventi, c'è la poesia: tutti i quartieri, infatti, partecipano ai CarminaOff. Per qualche giorno alcuni versi di poeti di tutto il mondo e di tutti i tempi saranno depositati davanti alle vetrine dei negozi, nei locali, come una sorta di "linfa vitale della poesia, per illuminare la quotidianità". Una bella idea, questa di percorrere i propri itinerari quotidiani per scontrarsi con pochi versi, che magari ci illuminano la giornata, ci spingono a riflettere su chi siamo e cosa vogliamo.
Raccontare tutti gli eventi è impossibile, si diceva: il cartellone comprende incontri con autori, aperitivi letterari, letture all'aperto, concerti, passeggiate letterarie, laboratori, show-cooking, dibattiti, in biblioteche, librerie, caffè, cortili.
Scegliendo eventi a caso, nell'utilissimo programma messo a disposizione dal Salone del Libro e scaricabile in pdf dal suo sito web, si nota la grande versatilità dell'offerta. L'8 maggio alle 19, Italiane d'Argentina è, alla Libreria 451 di via Santa Giulia 40, una sorta di viaggio di andata e ritorno in Argentina, per leggere pensieri e memorie femminili migranti in Italiane d'Argentina di Silvia Rosa; il 9 maggio dalle 13, nell'ambito dell'Enjoy San Salvario Social Festival, alla Sartoria Cucine su misura di via Sant'Anselmo 27a, si presenta Le città che si chiamano Torino, "una nuova guida bilingue per i turisti e i torinesi, che esplora le diverse anime che compongono la città", che ritorna in varie giornate del Salone Off e dell'Enjoy Festival; l'11 maggio alle 10 da Ciclocucina di via Cuminana 41b parte un San Paolo Tour, con tappe varie per letture e aperitivi in vari posti del quartiere; stesso giorno e stesso quartiere, ma alle 11.30, per incontrare, al Giardino Nicola Grosa di via Falcone, nello Spazio Incontri Open, Shady Hamadi, che presenta il suo libro, la Felicità araba, per raccontare tre generazioni della sua famiglia siriana. Nel capannone dello strippaggio del Parco Dora (troveremo un nome più adeguato a questo spazio grandioso che il passato industriale ha lasciato a Torino?), l'11 maggio offre, alle 11, un concerto dei ragazzi dell'Orchestra Omt-MIRè, mentre, alla stessa ora, la Circoscrizione 7 invita a scoprire come la rete, con blog e reti sociali, ha cambiato la comunicazione femminile (Il mouse in borsetta. Donne 2.0 da Inside Lab, in via Vittorio Andreis 18).
Si potrebbe continuare a saltare da una pagina all'altra, a scoprire incontri imperdibili, a cercare di incastrare appuntamenti promettenti. Ma è gioco che bisogna fare personalmente, per scoprire il proprio Salone Off e questa Torino che ci chiede sempre più di essere ubiqui, per essere all'altezza delle sue promesse.
Tutte le info sul Salone del Libro sono su salonelibro.it; e a questo link trovate il programma in pdf del Salone Off 2014.

Nessun commento:

Posta un commento