mercoledì 18 giugno 2014

L'estate portoghese di Palazzo Madama e GAM porta concerti di fado e rock

Tesori dal Portogallo. Architetture immaginarie dal Medioevo al Barocco a Palazzo Madama,  Julião Sarmento. Lo sguardo selettivo alla Galleria d'Arte Moderna. Se pensavate che l'estate portoghese di Torino si fermasse qui, vi sbagliavate. Approfittando di queste due mostre straordinarie, che rendono omaggio a un Paese atlantico e latino, di grandi tradizioni marinare e culturali, i due Musei hanno deciso di approfondire questa sorta di gemellaggio estivo con il Portogallo e, con la collaborazione di Folk Studio, offriranno alcuni eventi speciali dedicati alla musica lusitana.

Si inizia il 24 giugno, con la Festa di San Giovanni. Palazzo Madama parteciperà ai festeggiamenti del patrono con un'apertura straordinaria, che strizza l'occhio anche a San João e al gemellaggio a distanza con Lisbona, dove è in corso una mostra dedicata al mecenatismo dei Savoia.

Poi, a luglio, i tre concerti organizzati con la collaborazione di Folk Club; i primi due saranno, in versione totalmente acustica, a Palazzo Madama, nella Sala delle Guardie, il terzo alla GAM.

Dà il via, giovedì 10 luglio alle 19, il concerto di Armando Corsi e Daniela Garbarino, dedicato al Fado, la musica che più di tutte identifica il Portogallo. Il 29 luglio, alle 19, sarà la volta di Custodio Castelo, uno dei migliori chitarristi portoghesi, che si presenterà a Palazzo Madama nell'unica data italiana, "un'occasione imperdibile per godersi, in un contesto unico, il più geniale innovatore della tradizione del fado che si sia mai visto" spiegano da Folk Club. Nell'Arena Paolini della GAM, l'11 luglio alle 19, si esibirà Frankie Chavez, considerato "il più interessante nuovo artista portoghese della scena surf rock": suona chitarra acustica ed elettrica, weissenborn, chitarra portoghese e varie percussioni, "nei nei suoi concerti miscela una vasta gamma di generi dando vita a un set incendiario, tra suoni acustici e rock, psichedelia e blues, il tutto senza mai ignorare le sue radici che affondano nel fertile e malinconico humus del fado portoghese".

Sia a Palazzo Madama che alla GAM, gli spettatori dei concerti avranno la possibilità di visitare le mostre a partire dalle 18 con un biglietto unico, che costa 18 euro a Palazzo Madama e 15 euro alla GAM. I biglietti potranno essere ritirati dalle 18, per informazioni e prenotazioni, 011 537636; il sito di riferimento, nel web, è www.folkclub.it.


Nessun commento:

Posta un commento