lunedì 22 settembre 2014

I 10 anni della Piazza dei Mestieri: incontri, concerti e cene per celebrare il successo

Scoprire cosa è stato delle fabbriche torinesi dismesse e quale futuro è stato inventato per loro, è sempre affascinante. Tra gli antichi stabilimenti industriali nati a nuova vita, un posto a parte lo merita il complesso delle ex Concerie Fiorio, in via Jacopo Durandi 13, diventato sede della Piazza dei Mestieri, un progetto di grande valore sociale, che celebrerà i suoi primi dieci anni nei prossimi giorni.

Le ex Concerie Fiorio furono costruite nel 1837, erano costituite da due edifici, uno utilizzato per la vera e propria conceria e l'altro, costruito all'inizio del XX secolo da Pietro Fenoglio, maestro del liberty torinese, utilizzato come magazzino. Finita l'epoca gloriosa della Conceria e abbandonata la struttura industriale, il complesso ha trovato una nuova vocazione grazie alla Piazza dei Mestieri, il cui obiettivo è scoprire e sviluppare il potenziale dei più giovani, aiutandoli anche a inserirsi nel mondo del lavoro, con percorsi formativi che insegnano loro un mestiere. I ragazzi, infatti, 'vanno a bottega', imparano cioè il nuovo mestiere lavorando con adulti che lo conoscono. Diverso anche l'approccio all'insegnamento: lo scopo finale è aiutare l'adolescente, spesso in situazioni di difficoltà familiare o economica, a tirare fuori il proprio io e a credere in se stesso. La sua creatività e il suo potenziale, dunque, non vengono tenuti sotto controllo, imponendogli regole codificate, ma vengono incoraggiati; un adolescente che non sa dire 'io' non esiste, è uno dei motti del progetto. E ai percorsi formativi per raggiungere una qualifica o un diploma professionale, si affiancano gli eventi culturali, tipici di una piazza, che hanno insegnato ai ragazzi il gusto per l'arte, per la poesia, per il bello e che hanno coinvolto, con concorsi, concerti, incontri, anche il quartiere e la città. Per chi termina gli studi, poi, la Piazza dei Mestieri prevede una sorta di job center che per due anni lo aiuta e lo segue nel nuovo cammino.

Ma il progetto si fa davvero originale nella piazza delle ex Concerie: qui si affacciano il Ristorante, la Birreria, i laboratori, il Service Grafico, in cui lavorano i ragazzi che hanno appreso il mestiere. E' come un cerchio che si chiude: vai a bottega, impari un lavoro e diventi parte della comunità, diventando protagonista del tuo futuro. Un messaggio di ottimismo e di speranza a cui non sono rimasti insensibili 1500 ragazzi, tanti, in questi 10 anni, hanno costruito il proprio futuro grazie alla Piazza, raggiungendo anche posizioni di prestigio nel proprio settore.

Per i 10 anni la Piazza dei Mestieri ha preparato una festa grande: dal 28 settembre al 4 ottobre, ci saranno incontri, tavole rotonde, concerti, show cooking. Si inizierà alle 13 di domenica 28 settembre, con A tutta birra, un incontro tra appassionati di birra, nel birrificio La Piazza, per ricordare che la birra artigianale italiana è nata a Torino, proprio a San Donato, e per approfondire le tecniche di produzione e per battezzare la birra che 4 birrifici torinesi hanno deciso di produrre insieme; in serata, dalle 20, ancora birra, stavolta al Ristorante La Piazza, per una cena che abbinerà sei piatti ad altrettante birre artigianali, realizzate dal Birrificio La Piazza. Nei giorni successivi si parlerà del Ruolo delle nuove tecnologie nell'era della comunicazione digitale (29 settembre ore 11), di Secondo Welfare: nuovi modelli di collaborazione pubblico-privato (30 settembre, ore 11), di Modello duale responsabilità sociale d'impresa (30 settembre, ore 17.30). Ci saranno incontri con amici e sostenitori del progetto come Giorgio Chiellini (29 settembre, ore 14.30), Franco Curletto (30 settembre, ore 14.30), Santo Versace (2 ottobre, ore 14.30), Mario Mauro (3 ottobre, 14.30); un ruolo da protagonista ci sarà anche per gli ex allievi, che racconteranno la propria esperienza, e per gli allievi attuali, che mostreranno cosa hanno imparato.

E poi molta musica, con concerti hoc, fino alla cena a quattro mani che il 4 ottobre alle 20, mette fine ai festeggiamenti; si incontreranno lo chef Claudio Sadler e Maurizio Camilli, cuoco del ristorante La Piazza: insieme ai ragazzi aspiranti cuochi prepareranno insieme una cena. Sarà a pagamento, per le prenotazioni c'è il sito piazzadeimestieri.it, in cui troverete anche tutte le info sui percorsi formativi e il calendario completo delle celebrazioni del Decennale.

Nessun commento:

Posta un commento