mercoledì 12 novembre 2014

Resistenza Creativa, un documentario in crowdfunding per raccontare la SLA

Questa sera, al Cecchi Point di via Cecchi 17, a partire dalle 19.30, ci sarà un apericena per sostenere una raccolta fondi per la realizzazione del documentario Resistenza Creativa, che racconta la storia del medico fossanese Alberto Damilano. 54enne, un lavoro con pazienti psichiatrici, una moglie e una figlia, scopre di avere la SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, una malattia neurodegenerativa che immobilizza tutti i muscoli, tranne quelli degli occhi, e lascia la mente lucida. Il decorso della malattia è rapidissimo, in soli due anni Alberto si trova paralizzato a letto, intubato per respirare e per mangiare. Ma, lucido, non si arrende e, con il solo ausilio degli occhi, scrive un libro, Questa notte è la mia, edito da Longanesi, in cui racconta la storia di Andrea, un giornalista che, con la stessa malattia di Alberto, non si abbatte, ma si rimette in gioco.

Il documentario in preparazione racconta la parabola di Alberto Damilano prima attraverso la sua voce, poi, quando anche questa è andata perduta, attraverso le parole della moglie Francesca e i suoi scritti. Per gli autori, Rodolfo Colombara e Emanuela Peyretti, Resistenza Creativa è una sorta di diario che segue non solo il malato, la sua voglia e la sua capacità di vivere, ma anche le persone del suo intorno, la moglie e la giovanissima figlia, Micol, in primis, e gli sconvolgimenti che la malattia ha portato nelle loro vite.

"Alcuni passaggi dell'evolversi della malattia e delle emozioni che questa comporta sono narrate in maniera efficace in Questa notte è la mia. Proprio per questo la parola è lasciata, in alcuni momenti del film, al romanzo, mediante la drammatizzazione di alcuni passaggi, messi in scena da cinque attori, che danno vita ai personaggi del libro" spiegano i cineasti. Per completare la realizzazione del film è stata lanciata una campagna di crowdfunding, nel sito ufficiale; finora sono stati raccolti 5064 euro degli 11.500 necessari. Si può contribuire al progetto sia partecipando a serate tematiche, come questa organizzata stasera al Cecchi Point sia con un contributo da versare dal sito kapipal.com, dove sono illustrati i riconoscimenti previsti per i donatori, a seconda delle cifre versate (il minimo è 5 euro, che dà diritto al proprio nome nei titoli di coda; chi verserà dai 500 euro in su riceverà 10 stampe delle foto di scena, una copia del documentario in dvd o blu-ray, una copia del romanzo Questa notte è la mia in versione cartacea o e-book, il libro fotografico del documentario, una copia della sceneggiatura, una stampa della locandina del documentario, un invito per 2 persone per la festa di fine lavorazione a cui parteciperanno cast e troupe, e per la proiezione dell'anteprima del documentario + verrà accreditato tra i produttori nei titoli di testa e di coda del documentario).

Nel programma della serata al Cecchi Point, non solo l'apericena, ma anche proiezioni in anteprima di nuovi estratti del documentario, performance dal vivo della Compagnia di Playback Thatre OttO e lo Speedfunding, una raccolta fondi con premi speciali per la serata.

Questo è il link del sito web ufficiale di Resistenza Creativa; da youtube un trailer del documentario.



Nessun commento:

Posta un commento