mercoledì 17 dicembre 2014

Sostienedemocrazia, il Castello di Rivoli celebra 30 anni di Museo d'Arte Contemporanea

Con una storia iniziata nell'Alto Medioevo e comprendente anche il privilegio di essere stato la prima residenza di Emanuele Filiberto e Margherita di Savoia, nella rifondazione del Ducato e in attesa del ritorno a Torino, il Castello di Rivoli (TO) è adesso uno dei più importanti Musei d'Arte Contemporanea europei, l'unico che possa vantare questa singolare convivenza tra architettura aulica e arte contemporanea.

Il 18 dicembre 2014 il Museo celebra i suoi primi 30 anni nelle sale della residenza sabauda. E sarà festa grande: l'Anniversary Day – Sostienedemocrazia è una giornata di appuntamenti, incontri e performance, che inizia alle 10 e termina a tarda notte. Si inizia con l'apertura del Museo, salutata da tre cannonate a salve, e una colazione nella caffetteria. Quindi, dalle 11, ci sarà un abbraccio al Castello, portato da adulti e bambini; il benvenuto ai visitatori sarà una pioggia di coriandoli di Confetti Canyon, opera di Lara Favaretto. Fino al 21 dicembre, Stop, Repair, Prepare: Variations on Ode to Joy for a Prepared Piano sarà la performance, firmata da Jennifer Allora & Guillermo Calzadilla, che accoglierà il pubblico nella sala 15. Al percorso espositivo, che comprende le mostre Intenzione manifesta. Il disegno in tutte le sue forme, Sophie Calle. MadRE, Illy Present Future Prize 2013 Exhibition: Caroline Achaintre & Fatma Bucak e Percorsi n. 1_Gli italiani visti dalla televisione. Da Lascia o raddoppia? a Carosello, si aggiungeranno alcune opere appena acquistate e mostrate per la prima volta nel Museo: There is a criminal touch to art di Ulay, la serie di sei fotografie di Daido Moriyama, i ventuno posters Untitled (Sunday Pictures) di Hans-Peter Feldmann, i cinque ritratti di maschere africane Tipo Passe di Edson Chagas e un focus su Fabio Mauri, seguito da una proiezione di video dell'artista in Teatro.

La biblioteca del Museo metterà a disposizione tutte le pubblicazioni, dal 1984 a oggi.

Dalle 12 alle18 ci sarà il convegno Io non scenderò più. Contemporaneo, il tempo inattuale, a cura di Gian Luca Favetto, con interventi di Manuel Agnelli, Marco Aime, Tiziana Andina, Massimo Cirri, Giovanni Durbiano, Giulio Giorello, Antonio Riccardi, Valerio Magrelli, moderati da Favetto e Paolo Verri e con intervalli musicali a cura di Domenico Castaldo.

Alle 17, in caffetteria, verrà presentata la nuova guida storica Castello di Rivoli. Guida alla Residenza Sabauda, con una degustazione di Barolo Chinato offerto dalla Cantina Terre del Barolo, cioccolata e bagnati. A seguire la visita guidata storica che si concluderà nel Bookshop.

Dalle 19 alle 20 saranno presentati l'e-book Ouverture e i cataloghi Jan Dibbets. Un'altra fotografia|Another Photography e Marinella Senatore. Building Communities|Costruire comunità.

Alle 19, in sala 32, ci sarà la performance danza La Profana Azione, con Daniela Pagani e a cura di Gianluca Bottoni.

Alle 20, i visitatori di Intenzione Manifesta potranno assistere, lungo il percorso, al concerto a partitura per tromba, trombone e corno Opus 43 di Hanne Darboven.

Per la prima volta in un Museo arriverà The Italian New Wave, uno showcase dedicato alla nuova creatività musicale italiana. E sarà ancora musica dalle 23.30 fino all'1.30, con le selezioni di Vaghe Stelle,a desso appartenente all'etichetta Gang of Ducks.

Pranzo, aperitivo e cena saranno a cura di Combal Zero, che ha preparato una chicca per la cena: una lasagna studiata appositamente per gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale. Gli appuntamenti gastronomici sono gli unici della giornata a pagamento, tutto il resto, a cominciare dal biglietto d'ingresso, è gratuito.

Tutte le info sulla giornata, su www.castellodirivoli.org

Nessun commento:

Posta un commento