giovedì 22 gennaio 2015

Il Terre del Nord Torino Festival propone musica, rune e paesaggi del Nord Europa

Dal 1° all'8 febbraio 2015, Torino ospita un insolito Festival, che racconta il Nord Europa come raramente viene raccontato. Terre del Nord Torino Festival propone concerti, conferenze, mostre e workshop per parlare di musica, di rune, di paesaggi, di ferrovie del Grande Nord. Temi curiosi e originali, lontani dagli stereotipi che accompagnano la Scandinavia e i Paesi suoi fratelli.


Si inizia il 1° febbraio alle 17, con il concerto di apertura nella sala concerti della Biblioteca Musicale Andrea della Corte, alla Tesoriera, in corso Francia 186: protagonista, il giovane pianista estone Joonatan Jürgenson, che presenterà un programma incentrato sulla ballata, eseguendo pagine di Grieg, Sveinbjornsson e Tubin. In programma anche due promettenti conferenze: il 2 febbraio alle 18, al Centro Studi Piemontesi, in via Revel 15, la traduttrice Carme Giorgetti Cima parlerà di Tove Jansson e Kerstin Ekman, il paesaggio del Nord vissuto e raccontato; il 4 febbraio alle 18, nei locali di Arcamodellismo Torino, in via Assarotti 6, Paolo Bassignana racconterà Rotaie nel gelo, le ferrovie del Nord Europa.


Martedì 3 e giovedì 4 febbraio, l'Associazione Dal segno alla scrittura ospiterà, nella Scuola Media Statale A. Meucci di corso Matteotti 9, il workshop Calligrafia runica formale e gestuale, con cui si esplorerà l'antica scrittura dei popoli germanici e vichinghi. Il 7 febbraio, dalle 10 alle 14.30, un altro workshop, di tutt'altro genere, permetterà di assistere alle prove della Terre del Nord Festival Orchestra, creata e diretta da Edoardo Narbona, appositamente per il concerto finale del Festival; l'evento sarà nella Sala Polifunzionale della Chiesa di San Pellegrino, in via Brunetta 11.

Il Festival sarà chiuso da un altro concerto, domenica 8 febbraio alle 15 al Teatro Vittoria, in via Gramsci 4: sei musiciste estoni suoneranno musiche dei nordici Svendsen, Larsson, Grieg, Sibelius e Lumbye.

Tutti gli eventi del Festival sono a ingresso libero, meno il concerto iniziale (5 euro) e il concerto finale (7 euro); il workshop di calligrafia runica costa 10 euro per i partecipanti ed è gratuito per gli uditori. Prenotazioni e informazioni sul sito web del Festival, www.terredelnord.com. Le foto da viaggi.nanopress.it e www.saveyourheritage.comQuesto il programma del Festival:

1 febbraio 2015, ore 18
Concerto di apertura
Joonatan Jürgenson pianoforte
Musiche di Grieg, Sveinbjornsson e Tubin
Villa Tesoriera, corso Francia 186

2 febbraio 2015, ore 18
Tove Janssone Kerstin Ekman. Il paesaggio del Nord vissuto e raccontato
Una conversazione con la dottoressa Carmen Giorgetti Cima
Centro Studi Piemontesi, via Revel 15

3 e 5 febbraio 2015, dalle ore 15 alle ore 20
Calligrafia runica formale e gestuale
Lucia Rutigliano, docente
Elisa Vallarino, docente
Dal segno alla Scrittura di Torino, Scuola Media Statale A. Meucci, corso Matteotti 9


4 febbraio 2015, ore 18
Rotaie nel gelo, le ferrovie del Nord Europa
Una conversazione con il Prof. Ing. Paolo Bassignana
Arcamodellismo Torino, via Assarotti 6

7 febbraio 2015, dalle 10 alle 14.30
Prove aperte al pubblico della Terre del Nord Festival Orchestra
Edoardo Narbona, direttore
Sala polifunzionale della Chiesa di San Pellegrino, via Brunetta 11

8 febbraio 2015, ore 15
Concerto finale
Kerstin Tomson viola
Edoardo Narbona direttore
Terre del Nord Festival Orchestra
Teatro Vittoria, via Gramsci 4

Nessun commento:

Posta un commento