lunedì 20 aprile 2015

Cosa fare il 25 aprile a Torino e dintorni, tra Liberazione e ponte di primavera

NB Gli eventi per il ponte del 25 aprile 2016 sono in questa pagina

Il 25 aprile della Liberazione e il primo vero ponte di primavera (quest'anno cade di sabato, pazienza). A Torino si coniugano i due significati del 25 aprile con numerose iniziative. Iniziamo con quelle legate alla Resistenza e alla Liberazione, per non dimenticare mai quello che è costata ai nostri padri e ai nostri nonni la nascita dell'imperfetta quanto si vuole, ma pur sempre democrazia della Repubblica Italiana.

A Torino il 25 aprile si prende una settimana di celebrazioni: non dobbiamo dimenticare neanche che l'aprile di quel 1945 fu davvero tragico per Torino, tra ultimi bombardamenti degli Alleati e ultime esecuzioni di partigiani da parte dei nazi-fascisti in fuga. Il 21 aprile, alle 18, in via San Donato, ci sarà una fiaccolata al Sacrario del Martinetto, in ricordo della strage nazista. Il 23 aprile, alle 20, in piazza Arbarello, ci sarà la tradizionale fiaccolata per la Liberazione, con cui Torino ricorda ogni anno l'anniversario; il 25 aprile, alle 10.30, al Cimitero Monumentale, ci sarà una cerimonia in ricordo dei caduti e della Libertà riconquistata.

Torino che legge, la manifestazione organizzata per promuovere la lettura, in occasione del 23 aprile, Giornata Internazionale del Libro, dedica numerosi appuntamenti al 70° anniversario della Liberazione, eccoli, dal post che Rotta su Torino ha dedicato alla manifestazione: il 24 aprile, alle 17, Storie di Libertà, alla Biblioteca civica D'Annunzio, racconterà la Resistenza e la Liberazione ai bambini; alla stessa ora, alla Libreria Casa dei libri di Rivalta, ci sarà una lettura di brani da La Resistenza spiegata a mia figlia di Alberto Cavaglion. Alle 18 la Libreria il Ponte sulla Dora, ci sarà una festa in onore di SUR, piccola casa editrice italiana dedicata alla cultura sudamericana (racconta altre Resistenze). Il 25 aprile, alle 11, la Libreria Borgopò inaugura la giornata con Canti e racconti della Resistenza, con Giulia Bachelet (viola), Ramona Giancaspero (voce), Alessandra Milani (chitarra); segue Pane, Libri e Libertà, colazione con pane e salame. Alle16, Pane libri e libertà alla Libreria Gulliver, mentre la Libreria la Gang del Pensiero offre lo spettacolo La Costituzione spiegata ai bambini e la Libreria Therese celebrerà il 70° anniversario della Liberazione con i canti partigiani di Gian Enrico Ferraris. Canti per ricordare la Liberazione anche alla libreria Bardotto, alle 19. Il Circolo dei Lettori ricorda il 25 aprile con un incontro con lo scrittore Antonio Scurati, autore di Il tempo migliore della nostra vita, in cui le vicende di uomini illustri come i Ginzburg si accompagnano a quelle delle persone comuni, e la Storia incontra le storie di tutti.

Nel Borgo Campidoglio, il 24 aprile, alle 16, con la collaborazione del Museo Diffuso della Resistenza, ci sarà una visita guidata al rifugio antiaereo di piazza Risorgimento (la visita costa 4 euro, prenotazioni al numero verde 800329329); dopo la visita guidata al rifugio, alle 16.45 circa, ci sarà una visita guidata gratuita al Museo d'Arte Urbana ed al Borgo Campidoglio con lo staff del MAU. Alle 18, alla HulaHoop Gallery di via Rocciamelone 7c, il MAU inaugura la mostra La libertà non è uno spazio libero: l'arte ed il Settantesimo Anniversario della Liberazione: dodici artisti riflettono non tanto sulla Resistenza come mito ma sulla Libertà, come bene prezioso e non così scontato come potrebbe sembrare (la mostra sarà aperta dal martedì al sabato dalle 15 alle 19, l'ingresso è libero).

Il Torino Jazz Festival (28 maggio-2 giugno 2015) collaborerà, per il secondo anno, con il Museo Diffuso della Resistenza, l'Istoreto e l'Archivio nazionale cinematografico della Resistenza e ricorderà il 70° annivesario della Liberazione con attività musicali e letture in alcuni "luoghi simbolo della memoria", sparsi in tutta la città. In particolare, ci saranno le brevi esibizioni dell'Orchestra dixieland viaggiante, ospitata a bordo di mezzi militari d'epoca. Il programma inizia alle 10 del 25 aprile alla Stazione GTT Torino Ceres; alle 12 si suonerà al Giardino del Corpo Italiano di Liberazione, di fronte a via Ventimiglia 164; alle 13.00 agli Uffici della Città di Torino (Ex FIAT SPA), in corso Ferrucci 12. Nel pomeriggio il ritrovo sarà alle 16, alla Piazza dei Mestieri, ex Conceria Fiorio, in via Jacopo Durandi. Alle 17.30 la band dixie arriverà nel porticato del Museo Diffuso della Resistenza, in corso Valdocco 4/a. Dopo i saluti ufficiali, letture e concerto con i Babemalà, che proporranno un mix di brani strumentali, pezzi cantati e danze della tradizione folk italiana, in particolare piemontese e di puntate internazionali con musiche provenienti dell’area celtica, irlandese, bretone, asturiana e occitano-provenzale.

Poi ci sono appuntamenti che uniscono la Resistenza e la Liberazione al gusto di stare insieme e di godersi il ponte festivo (il 25 aprile, in fondo, è una grande festa di popolo, con il dovuto ricordo di chi perse la vita per permetterci oggi di godere di democrazia e libertà).

Ai Bagni Municipali di via Morgari 14, a San Salvario, sperano nella complicità meteorologica, per un pranzo ispirato alla Resistenza, con piatti delle Valli e delle Montagne piemontesi, con vino/birra/bibita, per un totale di 10 euro; prima di pranzo, intorno alle 13, ci saranno anche i Canti della Resistenza. Sempre a San Salvario, alle 18, al Cineteatro Baretti, ci sarà la proiezione di To Be or not To Be di Ernst Lubitsch, in versione originale con sottotitoli.

Dall'altra parte di Torino, Via Baltea 3, delizioso luogo multifunzionale di Barriera di Milano, con numerose proposte e attività, celebra il suo primo 25 aprile con un programma in linea con la sua vocazione multidisciplinare. Alle 10.30 ci sarà il workshop di acroyoga, alle 13, Maksim Cristian con la Spagna, proporranno il loro celebre concerto del balconcino in un'altra location, il dehor di via Baltea 3; alle 13.30 una grigliara resistente: piatto di carne o verdure, insalata, ¼ di vino per 15 euro, prenotazioni entro il 23 al numero 011 2074514); alle 17 presentazione del libro Orti sospesi. Come coltivare un orto-giardino in balcone tutelando la biodiversità di Marina Ferrara; alle 18 Una meravigliosa giornata di libertà, con libere associazioni sul Giorno della Liberazione; alle 19 aperitivo in musica e alle 21 un performing party liberatorio. Ci sarà uno sconto di 1 euro per chi arriva in bici, per tutte le info, tel 011 2074514 e info@viabaltea.it.

C'è poi un'altra Festa del 25 aprile, che parla di altre Resistenze, dell'Italia del XXI secolo e dei diritti da riconoscere: il 25 aprile, in via Lanino 3, a Borgo Dora, si inaugurerà CasArcobaleno; una data non scelta a caso perché "Torino è da sempre all'avanguardia per quanto riguarda la costruzione dei sentimenti di cittadinanza, di lotte per l’autodeterminazione delle persone e per i diritti della comunità LGBT. E proprio in un momento come la Festa della Liberazione, CasArcobaleno vuole dare il suo contributo". Il 25 aprile alle 21 ci sarà l'inaugurazione; la visita a CasArcobaleno sarà accompagnata da un trio di archi, poi la premiazione dei donors della campagna di crowdfunding, svoltasi per sostenere le spese di ristrutturazione degli ambienti. Il 26 aprile, dalle 10 alle 19, sarà possibile accedere liberamente a CasArcobaleno e conoscere le associazioni che abitano la casa. Saranno presenti anche i commercianti del quartiere, facendo dell'inaugurazione una vera e propria festa di via; nel pomeriggio, si esibiranno i ragazzi del CoroMoro e poi verrà lanciato il progetto Bed Time Stories.

Per il ponte del 25 aprile non dimenticate le numerose Invasioni Digitali organizzate in Piemonte, sono oltre 60! il 25 aprile sono in programma le invasioni del Museo Ettore Fico, del Castello Cavour di Santena, del Castello di Macello, in provincia di Torino; in provincia di Novara ci saranno tre itinerari antonelliani; ad Alessandria, i bambini del coderdojo invaderanno la Cittadella; in provincia di Cuneo si invaderanno l'Ecomuseo della Segale e il Centro visita Uomini e Lupi di Entracque. La lista completa e aggiornata delle Invasioni, per il ponte del 25 aprile, fino a quello del 1° maggio, su invasionidigitali.it; ricordate che per poter partecipare alle Invasioni dovrete iscrivervi, gratuitamente, dal sito eventbrite.it (tutte le spiegazioni nella scheda che troverete cliccando sull'Invasione che vi interessa, al link appena indicato).

Al Castello di Miradolo, alle porte di Pinerolo (TO), in cui è in corso la mostra Beato Angelico. Il Giudizio svelato. Capolavori attorno al Trittico Corsini, ci sarà la possibilità di fare un picnic nel Parco, con distribuzione dei cesti dalle 10 (la prenotazione è obbligatoria entro il 23 aprile); nel pomeriggio anche le attività per i bambini, Piccolo Museo in Natura (dalle 15.30 alle 17, 9 euro a partecipante) e un mercatino di piante e fiori nella serra; l'ingresso al solo Parco e Mercatino costa 3 euro; info su fondazionecosso.it.


Nessun commento:

Posta un commento