lunedì 11 maggio 2015

Verso il Salone del Libro 2015: viva la Germania, Paese ospite d'onore!

"I tedeschi amano gli italiani, ma non li stimano. Gli italiani stimano i tedeschi, ma non li amano". È una delle frasi più famose e più azzeccate per definire il rapporto italo-tedesco e se volete leggere una buona illustrazione di questi concetti, c'è un bel post su www.viaggio-in-germania.de. Ci sono molti stereotipi che separano italiani e tedeschi. Per quanto mi riguarda, ho avuto l'occasione di passare un mese e mezzo a Berlino, sapendo dire solo aufwiedersehen e ich liebe dich, e viaggio frequentemente in Germania: la sorpresa, contro tutti gli stereotipi, e che ho sempre trovato i tedeschi più gentili, premurosi e calorosi dei sivigliani, per dire.

Al Salone del Libro, con la Germania Paese ospite, si prova a mettere ordine contro i luoghi comuni sui tedeschi freddi, precisi, razionali e, fondamentalmente, insopportabili e arroganti. Dal 14 al 18 maggio 2015, al Lingotto Fiere si parlerà di letteratura, storia, arte, filosofia, e anche attualità, politica, giornalismo. Saranno presenti alcuni dei più importanti scrittori e intellettuali tedeschi, giornalisti e artisti. Gli autori presenti saranno ben 25, a rappresentare tutti i generi letterari. Particolarmente importante la presenza degli scrittori che raccontano il drammatico Novecento tedesco, non solo gli orrori nazisti descritti da Katja Petrovskaja, in Forse Esther, o dalla tedesco-nigeriana Jennifer Teege, nipote di un ufficiale nazista e autrice di Amon, mio nonno mi avrebbe ucciso, ma anche gli anni di piombo in cui si svolge La scomparsa di Philip S. di Ulrike Edschmid, gli anni del Muro raccontati da Lutz Seiler in Kruso o la vita nella Berlino divisa di David Wagner. Tutte ferite non ancora rimarginate, in un Paese che non smette di fare i conti con il suo secolo più crudele e violento.

A inaugurare il programma del Salone, la Germania ha scelto l'uomo che più di tutti può sintetizzare il rapporto contemporaneo tra Italia e Germania, il giornalista Giovanni Di Lorenzo, di padre italiano, perfettamente bilingue, direttore di Die Zeit (il suo discorso di apertura è previsto il 13 maggio, alle 21, nell'Auditorium della RAI, in una serata a inviti).

Ci sarà anche una singolare occasione culturale: il 17 maggio, alle 16.30, in Sala Azzurra, Jan Assmann, considerato il più importante egittologo vivente, sarà festeggiato dal Salone insieme al Museo Egizio (sarà presente il direttore Christian Greco)e all'Accademia delle Scienze di Torino, di cui è socio. Ed è imperdibile già da adesso la lectio magistralis di Claudio Magris, il 14 maggio alle 16 in Sala Gialla, su Un Paese poco conosciuto, una cultura egemone, per ricordare come la Germania abbia dato all'Italia "motivi fondamentali e dominanti della sua cultura, dall'idealismo crociano al marxismo o ai marxismi del maturo e poi del giovane Lukács o di Brecht, dalla Scuola di Francoforte a Nietzsche riscoperto in chiave libertaria". Ogni giorno, per tutta la durata del Salone, ci sono gli incontri della German Thriller Night, che mettono a confronto autori italiani e tedeschi. Si racconterà la progettazione delle città, confrontando le residenze artistiche di Torino e di Lipsia (16 maggio, ore 17), e si parlerà della vita nella Berlino divisa dal Muro (16 maggio, ore 12.30).

La Germania ha fatto le cose con lo stile e la serietà che la caratterizzano (e per una volta viva gli stereotipi): non ha lasciato niente al caso, per presentare a Torino il meglio della sua cultura. Il cuore della sua presenza sarà uno stand interattivo di 300 metri quadrati, in cui ci sarà spazio per gli editori tedeschi, per un palco, per una libreria e per una curiosa iniziativa, le LetteraTorri, le torri letterarie interattive attraverso le quali il pubblico potrà completare i pensieri degli scrittori tedeschi sulle meraviglie d'Italia. Per il Salone del Libro è stata anche creata un'app apposita, già scaricabile, che conterrà tutte le informazioni sugli autori e sul programma italo-tedesco; permetterà inoltre di partecipare a una caccia al tesoro interattiva, che si svilupperà durante la quattro giorni del Salone e che metterà in palio i libri tedeschi in traduzione italiana.

Il calendario di eventi preparato dalla Germania è tra i più ricchi e intensi del Salone, lo trovate nel sito del Salone del Libro e vi segnalo qui gli eventi che cercherò di non perdere.

14 maggio 2015
ore 16
Un paese poco conosciuto, una cultura egemone
Lectio magistralis di Claudio Magris
Sala Gialla
ore 18
Fra antichi fantasmi e nuove sfide: Italia e Germania nella crisi europea
Sala Azzurra

15 maggio 2015
ore 10.30
Uno due tre quatto quatto
Workshop con Nadia Budde, illustratrice
ore 12
Democrazia e capitalismo. Verso un ordine nuovo?
Sala Azzurra
ore 15.30
Storie che emozionano. Graphic novel in Italia e Germania
Palco LetteraTorri
ore 17
Le sfere della totalità: simboli, geometrie, immagini
Incontro con Peter Sloterdijk. In occasione della pubblicazione di Sfere I e II
Sala Azzurra
ore 18.30
Le nuove frontiere del thriller
Sebastian Fitzek incontra Donato Carrisi
Sala Gialla

16 maggio 2015
ore 12.30
Berlin Calling. La città vista da vicino e da lontano
Incontro con David Wagner
Palco LetteraTorri
ore 14.00
Kruso: Libertà e amicizia nell'estate 1989
Incontro con Lutz Seiler
Palco LetteraTorri
ore 16.30
Notizie dal migliore dei mondi. Giornalismo d'inchiesta e letteratura
Günter Wallraff incontra Roberto Saviano
Sala Gialla
ore 17
Disegnare la città. Racconti di residenze artistiche tra Torino e Lipsia
Palco LetteraTorri

17 maggio 2015
ore 16.30
Miti d’Egitto e nascita degli dei
Incontro con Jan Assmann
Sala Azzurra
ore 17.30
Il dolce sentore dell'infanzia e della rovina
Incontro con Michael Krüger
Palco LetteraTorri

18 maggio 2015
ore 15.30
Raccontare l'età in cui tutto cambia troppo in fretta
Incontro con Ingo Schulze
Sala Azzurra


Sul Salone del Libro 2015 anche:
Verso il Salone del Libro 2015: incontri e showcooking di Casa CookBook - 12 maggio 2015
Verso il Salone del Libro 2015:il programma del Salone Off - 8 maggio 2015
Verso il Salone del Libro 2015: queste sono le Meraviglie d'Italia - 5 maggio 2015
Verso il Salone del Libro 2015: Piemonte Paesaggi Storie e Meraviglie - 30 aprile 2015
Verso il Salone del Libro 2015: le Meraviglie d'Italia, la Germania, il Lazio - 21 gennaio 2015


Pubblicato in Eventi


Nessun commento:

Posta un commento