martedì 23 giugno 2015

Al Torino Classical Music Festival, ogni sera una diversa tradizione musicale

Da stasera, fino al 28 giugno 2015, il Torino Classical Music Festival porta in piazza San Carlo il fascino della musica classica. E' il primo grande evento culturale dell'estate; due anni fa è stato dedicato a Ludwig von Beethoven, l'anno scorso a Wolfgang Amadeus Mozart. Quest'anno si è scelta una formula affascinante: ogni serata sarà dedicata a un diverso Paese e a una diversa tradizione: il 23 giugno a Francia e Spagna, il 24 giugno alla Germania, il 25 giugno alla Russia, il 26 giugno all'Italia, il 27 giugno agli Stati Uniti, il 28 giugno all'Austria.

Il programma prevede per stasera, alle ore 22.15, musiche dalla Carmen di Bizet, con l'Orchestra e il Coro del Teatro Regio e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio G. Verdi, diretti da Ryan McAdams; in scena anche Ekaterina Semenchuk (Carmen), il tenore Francesco Meli (Don José), il soprano Erika Grimaldi (Micaëla) e il baritono Elia Fabbian (Escamillo). Alle ore 22, quindici minuti prima dello spettacolo, il giornalista Alberto Mattioli offrirà una breve guida all'ascolto.

Il 24 giugno, alle ore 21, l'omaggio alla Germania prevede musiche di Beethoven, Mendelssohn e Shumann, suonate dall'Orchestra Filarmonica di Torino (e dopo il concerto, non perdete i fuochi artificiali sul Po, nella notte di San Giovanni!). Il 25 giugno, alle ore 21.30, Šostakovič, Stravinskij e Musorgskij racconteranno la cultura russa, con il contributo dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI; il 26 giugno, alle ore 21.30, l'omaggio alla tradizione musicale italiana, con le più belle sinfonie rossiniane, suonate dall'Orchestra del Teatro Regio. Gershwin, Barber, Bernstein e Williams saranno protagonisti, il 27 giugno, alle ore 21.30, dell'omaggio agli Stati Uniti, realizzato dall'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Si chiuderà il 28 giugno, alle ore 21.30, con l'Austria di Schubert, Haydn e Mozart, suonati dall'Orchestra Filarmonica di Torino.

Tutti gli appuntamenti, gratuiti, saranno preceduti, un quarto d'ora prima dell'inizio, da un video che guida all'ascolto e aiuta a comprendere meglio le musiche che si ascolteranno: il 23, 35, 26 e 27 giugno la guida sarà il giornalista Alberto Mattioli, il 24 e 28 giugno toccherà a Nicola Campogrande, direttore artistico dell'Orchestra Filarmonica di Torino.

In piazza San Carlo ci saranno oltre 2mila sedie e tre grandi schermi, due piazzati ai lati del palcoscenico e uno dietro il monumento al duca Emanuele Filiberto, in modo che tutti gli spettatori possano seguire il concerto al meglio.

Tutte le informazioni, sul sito www.torinoclassicalmusic.it, dove troverete gli aggiornamenti quotidiani e vedere le presentazioni video realizzate per le varie serate; per i social network, l'hashtag della manifestazione è #TOCLASSICA15.


Pubblicato su Eventi