domenica 19 luglio 2015

Al Turin Epicurean Capital, cibo e letteratura, incontro dell'estate

Cibo e letteratura, incontri di enogastronomia, stile e cultura. L'intreccio di argomenti, che definiscono lo stile di vita torinese (e piemontese), è la caratteristica peculiare di Turin Epicurean Capital, l'appuntamento letterario a tema culinario bilingue (italiano e inglese), che torna dal 21 al 23 luglio 2014 al Teatro San Giuseppe, in via Andrea Doria 18a, a Torino.


L'inaugurazione è il 21 luglio alle ore 10.45, con una tavola rotonda moderata da Bailey Alexander, con Lucy Antal, William Lyons, Bina Shah and Riikka Sukula; alle ore 16 Michelle Bottalico presenterà i suoi lavori e inaugurerà la sua mostra, aperta fino al pomeriggio del 23 luglio, al Collegio San Giuseppe, in via San Francesco da Paola 23.

Il 22 luglio, alle ore 10.45, la tavola rotonda sarà moderata da Daniela Mondino e conterà sulla partecipazione di Silvia Baldini, Silvia M. Comento, Sandra Jimenez Osorio, Laura Silver. Nel pomeriggio, gli ospiti di Turin Epicurean Capital visiteranno le mostra Sulla rotta delle spezie, al MAO, e Time Table, a Palazzo Madama e da Prochet 1861.

Il 23 luglio, alle ore 10.45, Gabriel Eschenazi, Laura Gobbi, Anna Savino parteciperanno alla tavola rotonda, moderata da Maria Pasquale. Alle ore 15.30, lo stilista torinese Alberto Lusona presenterà la sua collezione, con i gioielli di Patrizia Cattana.


Tutte le personalità che parteciperanno a questa seconda edizione di Turin Epicurean Capital hanno un background multiculturale e cosmopolita. Alcuni sono partiti da Torino per conquistare il mondo, altri hanno scelto Torino dopo aver girato il pianeta, in uno scambio culturale continuo e fluido. Silvia Baldini è una chef torinese, trasferitasi nella East Coast statunitense, dove è diventata una star della TV dedicata alla cucina. Daniela Mondino, direttore di Oversea/Excalibur, ha vissuto per molti anni a Dublino, prima di riscoprire l'amore per Torino. Percorso inverso per Bailey Alexander, che, dalla natia Seattle, ha girato mezza Europa prima di approdare in Piemonte e sentirsi felice nel suo giardino e nei vantaggi (anche enogastronomici) del ritmo delle stagioni. Anche Michelle Bottalico, di professione fotografa, ha lasciato gli USA, dove si dedicava alle foto dei matrimoni e ai ritratti familiari, per trasferirsi in Italia (suo, sul sito di Turin Epicurean Capital, un bell'articolo dedicato alle 10 ragioni per cui visitare Torino, tutte belle e condivisibili, peccato che l'articolo sia solo in inglese!). Riika Sukula, ha lasciato la Finlandia natale per le Langhe, dove produce Barolo e studia all'Università di Science Gastronomiche di Pollenzo. La colombiana Sandra Jimenez Osorio è stata 'scoperta' da Instagram: grazie al celebre social è diventata un'eclettica star, che passa dalle foto del food, al food style e scrive adesso per vari magazines su temi legati al food. Bina Shah, di cultura anglo-pakistana, è una scrittrice e giornalista molto apprezzata, con libri tradotti in molte lingue e con collaborazioni a molte testate internazionali.

I relatori di Turin Capital Epicurean sono quasi tutte donne (che bello!), con una vita da romanzo, che rende la loro presenza ancora più affascinante.

Per tutte le info, il sito web è http://www.turinepi.com/, che è quasi tutto in inglese. E, se vale un consiglio affettuoso a Lucia Hannau, anima di questo bel progetto letterario-culinario, che ci sia anche una versione in italiano: le tematiche affrontate da Turin Capital Epicurean possono incuriosire anche il pubblico italiano e non è detto che tutto parli o capisca l'inglese.


Pubblicato su Eventi