Eventi    Luoghi   Made in TO   Progetti   Storie   In viaggio               Chi sono  Contatti

domenica 6 settembre 2015

Al Festival delle Sagre di Asti, anche con i treni speciali da Torino

Il prossimo fine settimana, il 12 e il 13 settembre 2015, Asti ospiterà il Festival delle Sagre, uno dei suoi appuntamenti più importanti e più attesi dell'anno. Arrivata alla sua 42° edizione, la manifestazione si svolge nella storica piazza Campo del Palio, dove viene allestito un vero e proprio villaggio antico, con decine di casette in cui ogni pro loco dell'Astigiano cucinerà i piatti del proprio territorio, basandosi esclusivamente su ricette tradizionali. Potete immaginare, dunque, la grande occasione per conoscere da vicino e assaggiare i piatti tradizionali e per ricordare la cultura che essi tramandano. Sono previsti un'ottantina di piatti, divisi tra antipasti, primi, secondi e dolci; ci saranno agnolotti e risotti, polente e bolliti, bagna cauda e fritti misti, fino ai piatti ormai scomparsi dalle nostre tavole, come, raccontano gli organizzatori, la puccia (una soffice polenta sciolta nel minestrone di fagioli e condita con burro e formaggio) o il baciuà, lo zampino di maiale lessato, aromatizzato nell'aceto e fritto. I prezzi dei vari piatti li trovate su www.doujador.it.


Il villaggio del Festival delle Sagre è formato, come si diceva, da decine di casette, che ricordano le antiche cascine, anche nei dettagli. Oltre a riprodurre le antiche osterie, botteghe o locande, portano anche attrezzi agricoli ormai perduti, pentole e paioli per cucinare e poi arcolai, fusi, finimenti per cavalli che ricordano l'antico mondo contadino. Riportano a quelle atmosfere da fiera anche le piccole orchestrine, la ruota panoramica, il baraccone dei pesciolini rossi. E' una vera e propria festa di un mondo che è andato perduto e che però sopravvive sulle nostre tavole, con i suoi piatti e con le sue ricette. Il villaggio aprirà i battenti in anteprima sabato 12 settembre alle ore 18.30, fino alle 23.30; poi domenica sarà aperto tutto il giorno, fino alle 24.

E' parte integrante del Festival anche la sfilata storica, che parte intorno alle ore 9 del 13 settembre da piazza del Campo del Palio, percorre le vie di Asti e poi torna sul lato opposto della piazza: vi prendono parte oltre 3000 figuranti in costumi d'epoca, sia a piedi che sui calli trainati dai buoi. Le pro loco partecipanti mettono in scena il lavoro nei campi, con i suoi ritmi e le sue tradizioni, dalla vendemmia alla battitura del grano. L'elenco dei temi proposti dalle varie pro loco lo trovate su www.doujador.it.

Gli organizzatori del Festival delle Sagre hanno pensato non solo agli astigiani e a chi raggiungerà Asti in auto, ma anche a chi non è dotato di un proprio mezzo di trasporto o non ha voglia di utilizzarlo. Ci saranno due navette: la linea 1 collegherà piazza Marconi, dal torchio davanti alla Stazione Ferroviaria, all'uscita Asti Ovest (partenza ogni mezz'ora, il 12 settembre dalle 18 all'1 e il 13 settembre dalle ore 8.30 alle 24), la linea 2, con capolinea in piazza d'Armi di fronte all'ENEL e corso Cavallotti angolo corso Galileo Ferraris per l'uscita Asti Est (partenza ogni quarto d'ora, il 12 settembre dalle 18 all'1, e partenza ogni mezz'ora il 13 settembre, dalle 8.30 alle 24).

Da Torino ci saranno i treni speciali del Sistema Ferroviario Metropolitano (SFM): la linea 6 sarà potenziata con 9 treni che sabato 12 permetteranno di tornare da Asti a Torino fino alle 2 di notte, mentre domenica 13, 8 treni speciali permetteranno di raggiungere Asti in mattinata e tornare dopo pranzo; nella notte di sabato 12 settembre, treno speciale anche per rientrare ad Alessandria all'1 (gli orari dei treni sono, in .pdf, su www.doujador.it ). Tutte le informazioni del Festival sono su www.doujador.it.


Pubblicato su Turismo in Piemonte


Per un pugno di corti: il bando di concorso per la prima edizione

Per un pugno di corti è un festival cinematografico organizzato da Per un pugno di ascolti , programma che va in onda ogni giovedì sera, a...