sabato 5 settembre 2015

A Torinodanza 2015, la danza incontra l'hip hop e le arti visive

Il 9 settembre 2015 inizierà Torinodanza Festival, che, fino al 4 novembre 2015, proporrà numerosi spettacoli, offerti da compagnie provenienti da Argentina, Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi e Stati Uniti. La danza sarà la protagonista principale, ma non l'unica degli spettacoli in calendario, ad essa si uniranno infatti suggestioni teatrali, cinematografiche, circensi, con puntate persino verso movimenti contemporanei come l'hip-hop e o le nuove tecnologie.


Questa edizione della manifestazione si rivolge a "chi ama scoprire universi curiosi e originali, anche al di là dei confini disciplinari della danza" spiega nel comunicato stampa il direttore artistico del Festival Gigi Cristoforetti, che si lancia anche in una bella analisi del nostro tempo e del ruolo dell'arte: "Attraversare le barriere è una delle dimensioni caratteristiche del nostro tempo, di volta in volta accompagnata dal senso della scoperta e dell'opportunità, oppure della fuga e del dramma. Siamo impegnati in un continuo superamento dei limiti, uno sbilanciamento che ci porta alternativamente in alto o in basso, ci condanna al disequilibrio o ci regala un nuovo orizzonte. Di questa condizione della contemporaneità troviamo oggi tracce evidenti nel lavoro degli artisti più sensibili, che ci narrano il loro percorso salvifico o il precipitare verso un buio che pare privo di speranze. E se quest'ultima è la faccia della realtà che più ci investe nel quotidiano, all’arte compete fortunatamente il simulare, se non realizzare, anche la ricostruzione di un senso di umanità e speranza, di bellezza".

19 gli spettacoli in programma, 26 le rappresentazioni, 5 le prime nazionali, 7 le coproduzioni, 15 le compagnie che si esibiranno sui palcoscenici delle Fonderie Limone di Moncalieri (TO), del Teatro Regio di Torino e di Lavanderia a Vapore di Collegno (TO). Ad aprire le danze, il 9 settembre, Kiss & Cry di Michèle Anne De Mey e Jaco Van Dormael, una favola moderna a metà tra cinema e danza, con Alain Platel e una quarantina di musicisti. Kamp di Hotel Modern propone, insieme alla danza, stupefacenti invenzioni visive (Fonderie Limone di Moncalieri 16-18 ottobre 2015). Anche Chut di Fanny de Chaillé (Fonderie Limone di Moncalieri 29 settembre 1015) e Pixel dei Käfig (Fonderie Limone di Moncalieri 28-29 ottobre 2015) giocano a sorprendere lo spettatore con un universo visuale inconsueto; Pixel è uno degli spettacoli più attesi, essendo il risultato dell'incontro tra Mourad Merkouzi, uno dei più importanti coreografi hip hop francesi e Adrien Mondot, un giovane videoartista legato anche agli spettacoli circensi. Fascinosa mescola anche dall'Argentina, dove l'inevitabile tango viene associato alla danza contemporanea da Leonardo Cuello, in Collección Tango (Fonderie Limone di Moncalieri 20 ottobre 2015).

Torinodanza è realizzato da Torinodanza festival/Teatro Stabile di Torino e sostenuto dalla Compagnia di San Paolo. I biglietti per assistere agli spettacoli costano 20 euro, 17 euro ridotti, 5 euro per gli under 14, 12 euro per gli under 35. Ci sono abbonamenti per 3 spettacoli a scelta a 45 euro, ridotto 36 euro, che diventano rispettivamente 36 euro e 30 euro se acquistati online, e per 6 spettacoli a scelta, a 66 euro, ridotti a 56 se l'abbonamento viene acquistato online. Tutte le informazioni su programma, spettacoli, con scheda tecnica, e acquisto dei biglietti, sul sito web del Festival, www.torinodanzafestival.it.


Pubblicato su Eventi