martedì 8 marzo 2016

Il Festival Irlandese: birra, musica, danze e tradizioni dall'Irlanda

Prima sarà un weekend (11-13 marzo 2016) e poi, per inglobare anche il Giorno di San Patrizio, quasi metà settimana (17-20 marzo 2016): il Festival Irlandese si presenta così, a Torino, al Lingotto Fiere, con una otto giorni di festa, per celebrare tradizioni, cultura e storia dell'Isola di Smeraldo. Per conoscere meglio l'Irlanda c'è davvero di tutto: la musica, l'enogastronomia, i mercatini, i giochi, conferenze e incontri.


Non mancherà il tradizionale Irish Pub, con le sue atmosfere calde e goliardiche, con la birra scura e con i sapori della sua gastronomia. Le zuppe e gli stufati, l'Irish stew (spezzatino di montone con patate e cipolle), il fish bake (pesce con varie salse) e il fish pie (torta salata di pesce con funghi fritti e uova sode, con una crosta di patate) sono tra i piatti da provare, insieme ai dolci come il Barmback (pane con la frutta) o il Plum Pudding (budino con canditi); senza dimenticare, oltre alla birra, il tè e l'Irish Coffee.

Ci saranno nove band irlandesi, come Johnny Gallagher and the Boxtie Band, Sean Gallagher Band, Clanadonia, The Rolling Waves, Imogen Gunner Band, Labrhas, Seven Glens, Natural Gas Band e Sean-Og, che arriveranno dall'isola per suonare al Festival. Non mancherà il Saint Patrick's Day, che si celebra il 17 marzo e che porterà al Festival ulteriori danze, canti, giochi.

Ma, divertimento, birra e gastronomia a parte, il Festival Irlandese intende approfondire la conoscenza della cultura celtica con diverse mostre e mercatini. Ci sarà un villaggio celtico, in cui si mostreranno i riti druidi (ci si potrà perfino sposare davanti agli antichi sacerdoti!), si narreranno fiabe e leggende, con le melodie dei bardi, si riprenderanno danze e canti tradizionali. Il pubblico potrà partecipare alla vita quotidiana, indossando i costumi storici e contribuendo così alla preparazione del cibo, alla manutenzione delle armi, al racconto dei bardi. E sempre il pubblico potrà addirittura sfidare i bardi e mettere alla prova la loro capacità d'improvvisazione in una gara di composizione di odi da declamare al momento.

Le mostre allestite per l'occasione testimonieranno il passato dell'Irlanda attraverso gli abiti tradizionali, gli antichi strumenti musicali, le gallerie di fotografie e quadri, che parleranno di siti archeologici, statue e monumenti.

L'obiettivo è quello di raccontare in otto giorni una terra fiera e indipendente, che ha saputo mantenere la propria identità e la propria cultura, nonostante la dominazione britannica, e che affascina per la sua storia intensa, per le leggende e i riti gaelici, per i colori selvaggi dei suoi paesaggi e per l'orgoglio fiero della sua gente. Davvero una bella occasione per rendere omaggio a Torino a un Paese straordinariamente affascinante.

Il Festival Irlandese è al Padiglione 3 del Lingotto Fiere, in via Nizza 294; si svolgerà l'11-12-13 e 17-18-19-20 marzo 2016. Gli orari di apertura sono venerdì e sabato dalle ore 17 alle 3, domenica dalle ore 12 alle 3; apertura eccezionale per il St. Patrick's Day, il 17 marzo, dalle ore 19 alle 3. Il biglietto d'ingresso costa 10 euro, ridotto 8 euro per i bambini tra 5 e 10 anni. C'è anche un biglietto da 12 euro, che dà diritto d'ingresso, nello stesso giorno, anche agli adiacenti Festival dell'Oriente, Fiera Salute e Benessere: da Oriente a Occidente e Holi Festival (12 e 19 marzo davanti all'Oval, dalle ore 16). Tutte le info sul sito web www.festivalirlandese.it.


Nessun commento:

Posta un commento