venerdì 1 aprile 2016

Con Van Gogh Alive, un'esperienza multimediale a Torino

Essere circondati dai girasoli e dai colori della Provenza, i corvi che prendono vita dal Campo di grano e gli occhi di Vincent van Gogh, che scrutano attenti e al di là del tempo, mentre suona la musica di Antonio Vivaldi e di Emir Kusturica. E' la proposta, originale e sorprendente, di Van Gogh Alive – The Experience, fino al 26 giugno 2016 alla Promotrice delle Belle Arti, nel Parco del Valentino di Torino.


Non ci sono quadri, ma proiezioni continue di capolavori, dettagli e colori del grande olandese; c'è la possibilità di notare da vicino le pennellate, le tecniche pittoriche, di studiare le fonti di ispirazione, di viaggiare tra l'Olanda e la Francia, i due Paesi che hanno segnato la vita di van Gogh. E' un'immersione totale nel mondo e negli stati d'animo di van Gogh, i colori cupi del nord e la luce esplosiva del sud. E' la tecnologia al servizio dell'arte e di uno dei più grandi pittori di ogni tempo: i quadri di Vincent si scompongono e vengono proiettati grazie al sistema di videoproiezione Sensory4, che permette di poter arrivare fino ai dettagli più impensati e meno notati.


Alla fine, dopo essere stati dentro il Campo di grano con corvi, La camera di Vincent ad Arles o nella Notte stellata, si esce con il desiderio di approfondire e di saperne di più, di Vincent, della sua vicenda dolorosa, della sua passione per la luce provenzale, dei suoi quadri, delle sue pennellate decise. E questa installazione, più che mostra vera e propria, ha raggiunto il suo scopo.

Van Gogh Alive – The Experience è alla Promotrice delle Belle Arti, in via Diego Crivelli 11, al Parco del Valentino, fino al 26 giugno 2016. L'orario di apertura è tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 20, prolungato fino alle 22 al sabato. Il biglietto costa 15 euro, ridotto 12 euro (over 65, bambini tra i 6 e 12 anni, tessera Abbonamento Musei, studenti universitari e disabili) e può essere acquistato su www.ticketone.it. Tutte le info su www.vangoghtorino.it.


Nessun commento:

Posta un commento