lunedì 30 maggio 2016

L'arte contemporanea di Opera Viva in Barriera di Milano

La scommessa di Barriera di Milano sull'arte contemporanea continua. Non solo il Museo Ettore Fico, il Parco Peccei, gli spazi espositivi o i murales di Millo. Dal 31 maggio 2016, in piazza Bottesini, partirà il progetto Opera Viva in Barriera di Milano, che intende "portare l'arte fuori dai luoghi a lei deputati e mettere "l'opera in relazione diretta e senza filtri con le persone".


Ideato da Alessandro Bulgini e FLASHBACK L'arte è tutta contemporanea, il progetto utilizzerà lo spazio pubblicitario tre metri per sei della rotatoria, per presentare le opere di Alessandro Bulgini, Zanbagh Lotfi, Andrea Mastrovito, Saul Melman, Aryan Ozmaei, Gian Maria Tosatti, secondo un calendario che arriva fino al 13 novembre e che si chiude, dunque, nel mese che Torino dedica all'arte contemporanea. Opera Viva in Barriera di Milano è quasi un modo di 'prepararsi' ai numerosi appuntamenti di arte contemporanea di novembre, in fondo.

Il 31 maggio, alle ore 18, sarà inaugurato il primo intervento, dell'iraniana Zanbagh Lotfi. E' intitolato Memory Vague 1361 (2015-16), 3: F16, e racconta gli anni Ottanta iraniani: l'infanzia, i compleanni, le torte, la guerra con l'Iraq, un gigantesco F16, la mamma.

Il calendario degli interventi è il seguente:

Zanbagh Lotfi
dal 31 maggio al 30 giugno 2016

Andrea Mastrovito
dal 1 luglio al 30 luglio 2016

Saul Melman
dal 31 luglio al 30 agosto 2016

Aryan Ozmaei
dal 2 settembre al 30 settembre 2016

Gian Maria Tosatti
dal 1 ottobre al 29 ottobre 2016

Alessandro Bulgini
dal 30 ottobre al 13 novembre 2016


Nessun commento:

Posta un commento