sabato 5 novembre 2016

Il Villaggio di Babbo Natale, con spettacoli e street food, in piazza d'Armi

Ci sarà un posto, a Torino, che promette di essere il più natalizio di tutti. Dal 26 novembre 2016 [AGGIORNAMENTO: causa maltempo abbattutosi su Torino e Piemonte, l'apertura è rimandata al 1° dicembre] all'8 gennaio 2017, piazza d'Armi ospiterà il Sogno del Natale, con un vero e proprio Villaggio, ben 17mila metri quadrati in cui si troveranno il Quartiere Generale di Babbo Natale, una pista di pattinaggio e tante proposte di street food. In attesa di vedere dal vivo il Villaggio, è stato realizzato un video, in cui si vede un villaggio natalizio, come quello delle favole a cui siamo abituati: tutto è in legno, caldo e accogliente; ci saranno l'Ufficio Postale, che riceve le lettere dei bambini di tutto il mondo, la Stanza di Babbo Natale, e poi la Fabbrica dei Giocattoli e la Stanza della Slitta, con le Renne di Babbo Natale.

Una delle grandi attrazioni del Villaggio sarà lo chapiteau, che ospiterà numerosi spettacoli circensi e musicali, a cominciare dal Christmas Dream. Dall'1 al 4 dicembre, ci saranno due compagnie circensi in un unico spettacolo, suddiviso in due tempi. Tra gli artisti invitati, Cadute alle nuvole, che porteranno Impasse, per esprimere l'essenza dell'amore con danza, trapezio doppio, cerchi e corde multiple; parlerà d'amore anche Rechazos y Caidas della compagnia Indaco Circus, con giocoleria e acrobatica. Santa Claus Circus Show è lo spettacolo previsto dal 9 all'11, dal 15 al 18 e il 22 e 23 dicembre: Babbo Natale è scomparso e i suoi elfi lo cercheranno con numeri di acrobazia, hula hoop e magie varie. Dal 25 dicembre all'8 gennaio sarà la volta del Circo Zoè, che presenterà il suo pop cabaret acrobatico in Born to be Circus.



Il comunicato stampa spiega che il Sogno del Natale è un progetto che non vuole terminare dopo l'8 gennaio, ma inserirsi nelle attività sociali torinesi: "L'obiettivo dell'associazione Christmas Dream, che ha ideato il progetto, è quello di occuparsi dell'infanzia 365 giorni l'anno, con iniziative sociali da condividere con il quartiere. Il progetto dedicato ai più giovani prevede che le attività di animazione culturale siano aperte tutto l'anno in sedi individuate dal Comune attraverso la Circoscrizione. Ad integrare la donazione che la start-up ha previsto ci sarà anche una raccolta fondi rivolta al pubblico del Sogno di Natale. Un progetto che nasce radicato nella periferia di Torino, sposando l'esigenza di fornire servizi culturali e d’intrattenimento e creando sinergie con soggetti presenti nel quartiere. Alla base di questa scelta c'è un percorso ambizioso che vorrebbe portare il turismo anche nelle periferie della città, non come spot casuale ma come percorso di crescita in grado di misurarne la ricaduta economica e i reali benefici per il territorio in cui si svolge l'iniziativa".

L'ingresso al Sogno di Natale sarà gratuito per i bambini fino a 3 anni e ridotto per i bambini tra i 4 e gli 11 anni. Nei festivi e nei weekend l'ingresso per gli adulti alla sola area costerà 2 euro (gratuito per i bambini), all'area più il fabbricato Il Sogno di Natale costerà 10 euro per gli adulti (per i bambini ingresso fabbricato 6 euro); la visita al fabbricato sarà a flusso continuo e durerà circa mezz'ora. Nei giorni feriali l'ingresso all'area sarà gratuito per tutti, al Sogno di Natale costerà 8 euro per gli adulti, 6 euro per i bambini: la visita al fabbricato durerà circa tre quarti d'ora. Gli spettacoli circensi costeranno 12 euro per gli adulti, ridotto 8 euro per i bambini; il Circo Zoe costerà 13 euro intero, 8 euro ridotto. L'orario di apertura dell'intera area sarà lun-gio e dom ore 9.30-22.30, ven-sab ore 9.30-00.30; il fabbricato Il Sogno di Natale sarà aperto da lunedì a giovedì ore 10-19, venerdì, sabato e domenica ore 10-21.30. Tutte le info su www.ilsognodelnatale.it.


Nessun commento:

Posta un commento