Eventi    Luoghi   Made in TO   Progetti   Storie   In viaggio               Chi sono  Contatti

giovedì 23 febbraio 2017

8 marzo: cosa fare a Torino per la Festa delle Donne. Che inizia il 5

Se state pensando a come celebrare la Festa delle Donne a Torino, tenete conto che molti eventi significativi si svolgono intorno alla corsa non competitiva Just the woman I am, che vuole sensibilizzare i cittadini in favore della ricerca contro i tumori femminili e che si svolgerà in centro, il 5 marzo 2017. In piazza San Carlo, punto di partenza e di arrivo della gara, ci saranno numerosi stand, non solo legati alla ricerca sul cancro. Il Salone del Libro, per esempio, ha invitato i partecipanti a indossare la propria maglietta; Streglio, invece, propone una tavoletta di cioccolato artigianale, formata al 55% da cioccolato fondente, rivestito di rosa per questa festa: il suo acquisto contribuirà alla donazione che Streglio farà alla ricerca universitaria.

Partecipa a Just the woman I am e alla Festa delle Donne anche Somewhere, il tour operator specializzato nella Torino magica e misteriosa. Torino al Femminile è il tour studiato per l'occasione: con partenze alle ore 17.45, 18.15, 18.45, 19.15, da piazza San Carlo angolo via Roma, si scoprirà la Storia delle grandi donne di Torino, a bordo di un Ecocity tutto illuminato di rosa e con un calice per brindare a Just the Woman I am; il tour dura 30 minuti e costa 10 euro a persona, con pagamento al CUS; Somewhere fa sapere che l'intera quota versata per il tour andrà alla ricerca sul cancro. L'8 marzo Somewhere ha in programma altri eventi: Torino e le donne, una storia in rosa! partirà alle ore 19 da piazza Savoia, per portare alla scoperta delle donne che hanno caratterizzato la storia cittadina, sarà "un viaggio nell'anima più intrigante di una Torino 'al femminile', tra i segreti e le vicende delle grandi dame: dalla Colbert alla 'Dama di Voluttà', dalla Bela Rosin alle Madame Reali, terminando con un calice di bollicine sul Campanile della città per godere di una vista spettacolare"; il tour costa 18 euro. Ancora l'8 marzo, ma alle ore 21 da piazza Solferino, Cabrio è Donna racconterà segreti e intrighi delle donne di potere a bordo di un bus cabrio, per scoprire la città da un punto di vista diverso; la tariffa è 25 euro a persona. Anche Torino Magica, il tour più famoso di Somewhere, si veste di rosa e l'8 marzo, alle ore 21.30, condurrà da piazza Statuto a conoscere esoterismo, enigmi massonici e volti inquietanti condendoli con intrighi, magie e gossip sulle donne più importanti della città (28 euro a persona). L'ultima proposta di Somewhere porta al Castello di Piea (AT), per vivere una serata incantata, in una dimora antica, con grandi affreschi e collezioni d'arte sconosciute, guidati dagli stessi proprietari; nelle sale medievali del castello ci sarà poi un'apericena dedicato tutto alle donne: si parte da piazza Vittorio Veneto alle ore 19.45, il costo è 52 euro a persona. Per prenotazioni e informazioni per tutti i tour, il numero di telefono è 011 6680580, il sito web è www.somewhere.it.

Itinerario speciale, l'8 marzo, anche per Turin Tour, che a Palazzo Reale, alle ore 17, proporrà Le Donne di Palazzo Reale, percorso alla scoperta delle Dame che hanno affiancato i sovrani, con ruoli nient'affatto di secondo piano nella storia sabauda. La prenotazione è obbligatoria all'email info@turin-tour.com o al numero di telefono 348 9904275; la tariffa è 20 euro (compreso il biglietto d'ingresso ai Musei Reali), ridotta a 8 euro per i possessori della tessera Abbonamento Musei.

Ancora collegato a Just the woman I am, c'è questo evento goloso, nella Sala dei Duecento di Eataly del Lingotto, il 6 marzo alle ore 19. Cinque signore della cucina (Mariuccia Ferrero del San Marco di Canelli, CN; Elide Mollo de Il Centro di Priocca, CN; Mariangela Susigan del Gardenia, Caluso (TO); Anna Vicina di Casa Vicina, Eataly, Torino, Elena Wendy Bosca, Torino) saranno le protagoniste di Menù à porter, per presentare una serata a 10 mani tutta al femminile. Ognuna di loro cucinerà un finger food servito durante l'aperitivo e una portata principale, a cui saranno abbinati 5 grandi vini piemontesi; i prodotti utilizzati per la cena sono le eccellenze dei partner di Menù à porter (le ostriche bretoni di Red Oyster, il Sushi di Carne 'Cru' della Macelleria Giampaolo, la battuta al coltello della Macelleria Barberis, la Salsiccia di Verduno del Laboratorio di Macelleria, le pregiate lumache della Società Agricola Lumache & derivati, il 'Blu' di Bufala del Caseificio Moris). La serata costa 130 euro e i posti sono in esaurimento; parte del ricavato della serata, organizzata in collaborazione con Just the woman I am, sarà devoluto alla ricerca universitaria sul cancro. Tutte le info sulla pagina evento di Menù à porter, su Facebook.

Ingresso gratuito per tutte le donne, l'8 marzo ai Musei Reali (Palazzo Reale, Armeria Reale, Galleria Sabauda, Museo d'Antichità); lo ha deciso il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, per i Musei Nazionali. E non solo. I visitatori sono invitati a una vera e propria caccia al tesoro, per trovare, muniti di macchina fotografica e smartphone, "donne in dipinti, sculture, vasi figurati, arazzi e affreschi delle epoche e delle collezioni più disparate. Tutti possono condividere le proprie foto con l'hashtag #8marzoalmuseo". A Palazzo Reale, infine, verrà aperto eccezionalmente l'appartamento della Regina Elena, scelta così come protagonista della Festa della Donna: nel suo appartamento, affreschi dai temi mitologici, stucchi dorati, parati in seta alla cinese, porcellante e cristalli che si potranno scoprire grazie alle visite guidate organizzate dagli Amici di Palazzo Reale alle ore 10, 11, 12, 15, 16, 17. Tra le personalità che hanno vissuto in quest'appartamento, voluto nel XVII secolo  da Vittorio Amedeo II, hanche il Governatore di Torino nel periodo napoleonico, l'imperatrice Alessandra di Russia, moglie dell'imperatore Nicola I, Maria Letizia Napoleone, Duchessa d'Aosta.

Le donne entrano gratis anche a Villa della Regina (strada comunale Santa Margherita 79) dove sono in programma due visite guidate, alle ore 14 e alle ore 15.30, sul tema Noi... donne di Villa, dedicato alle signore di questa splendida residenza sabauda.

Biglietto gratuito per le donne anche al Museo Egizio, dove, alle ore 11.30, è in programma anche la visita guidata La donna al tempo dei faraoni, che permetterà di scoprire diritti e doveri delle donne egizie, in ogni ambito della sua esistenza, dalla nascita fino alla tomba. La tariffa è 7 euro, escluso il biglietto d'ingresso; la prenotazione obbligaria al numero di telefono 011 4406903 o all'email info@museitorino.it.

Il Museo Accorsi-Ometto (via Po 55) celebra l'8 marzo con il biglietto ridotto per tutte le donne, sia alle collezioni permanenti che alla mostra Dal Futurismo al ritorno all'ordine, uno dei grandi eventi culturali della primavera torinese, aperta il 2 marzo; per le donne il biglietto per la mostra costerà 6 euro invece di 8 e quello al Museo 8 anziché 10; il biglietto Museo+Mostra costerà 15 invece di 18 euro. Un ulteriore omaggio alla Festa sarà la vendita a 20 euro del catalogo La donna nella pittura italiana del Sei e Settecento: il Genio e la Grazia, che costa abitualmente 25 euro.

Al Circolo dei Lettori (via Bogino 9) si festeggia l'8 marzo alle ore 21, con lo spettacolo Il filo d'Arianna, con Serena Artom, Patricia Bellone, Elisa Fighera e Floriana Lizzari: "un mix artistico che unisce improvvisazione pittorica e musicale, poesie e parole"; per info l'email è info@aprtorino.it.

Il post è in progress, gli eventi saranno aggiunti mano a mano che verranno comunicati.


Nessun commento:

Posta un commento