Eventi    Luoghi   Made in TO   Progetti   Storie   In viaggio               Chi sono  Contatti

domenica 12 febbraio 2017

La Giornata della Guida Turistica, tra Cuneo e provincia

Il 21 febbraio 2017 si celebrerà la 28° Giornata della Guida Turistica: le guide turistiche di tutta Italia stanno organizzando visite speciali gratuite per mostrare piccoli e grandi tesori non sempre conosciuti e apprezati come si dovrebbe e per mostrare quanto il loro lavoro di divulgazione della cultura e della conoscenza del territorio sia importante.


Le ex Tenute Reali di Migliabruna, a Racconigi, e Saluzzo, con il Monviso

La CE.GA.T., l'Associazione delle Guide Turistiche di Cuneo e Provincia, anticipa la Giornata della Guida e la articola in due giornate, quelle del prossimo weekend, il 18 e 19 febbraio. Si parte da Cuneo, dove ci sarà una due giorni dedicata ai Galimberti, una delle famiglie più importanti della città, nel primo Novecento (Duccio Galimberti fu uno dei più importanti antifascisti della regione ed eroe della Resistenza, giustiziato dai nazifascisti); si visiteranno il Santuario degli Angeli, dove si trova la cappella funeraria della famiglia (sabato 18 e domenica 19, ore 10.30), e Casa Galimberti, diventata un Museo affacciato sulla piazza più bella e più importante di Cuneo, che oggi porta il nome di Duccio (sabato 18 e domenica 19, ore 15.30).

A Villar San Costanzo, le guide turistiche accompagneranno nella visita all'Abbazia benedettina, fondata nel 712, durante il regno longobardo di Ariperto II (sabato 18, ore 15). A Racconigi, non c'è solo lo splendido Castello Reale, per questo le guide invitano a scoprire le ex Tenute Reali di Migliabruna (domenica 19, ore 10.30 e 14.30), che sono oggi una proprietà privata e che saranno eccezionalmente aperte al pubblico per questa occasione: "Il sito fu uno dei primi feudi affidati da Carlo Emanuele I di Savoia al figlio minore Tommaso, principe di Carignano. La tenuta, inserita un tempo nelle rotte di caccia dei Carignano e poi della famiglia Reale, venne completamente ricostruita per volontà del re Carlo Alberto nella prima metà dell'800. Assimilabile alle grandi aziende agricole di Pollenzo, Migliabruna Nuova è un piccolo gioiello di architettura da scoprire e soprattutto da imparare a rispettare".

A Saluzzo potrete partecipare a un itinerario insolito nel Borgo inferiore, con cui scoprire non solo il fascino artistico dell'antica capitale del Marchesato, ma anche le più importanti realtà che operano nel campo del volontariato e della cultura; per questo la visita è stata chiamata Saluzzo operosa (sabato 18, ore 15). A Lagnasco, infine, ci sarà l'apertura straordinaria del Castello dei marchesi Tapparelli d'Azeglio, si potranno così ammirare i cicli di affreschi cinquecenteschi, capaci ancora oggi di stupire (la visita è gratuita e l'ingresso al Castello costa 5 euro invece di 7), l'appuntamento è per sabato 18 alle ore 10.30.
Tutte le visite sono gratuite, si diceva, ma è necessaria la prenotazione sul sito Eventbrite, tutte le info su www.cegat.it.


Nessun commento:

Posta un commento