venerdì 10 febbraio 2017

Torino 2006, tra i Foulard delle Montagne

Al Museo della Montagna è in corso una piccola mostra molto curiosa, Foulard delle Montagne, tutta dedicata a questo capo, un tempo indispensabile per le signore eleganti e oggi sempre apprezzato come tocco di classe agli outfit più raffinati. La particolarità dei foulard esposti è che, essendo nel Museo della Montagna, sono tutti a tema montano. Sono circa una settantina e ripercorrono quasi un secolo di storia, dagli anni Venti del Novecento fino a oggi.


Alcuni foulard sono firmati da grandi marchi storici come Chanel, Prada, Givenchy, Gucci, Escada o da nuove firme come illeneufcentquatrevingtquatre, Étoile de Marie, Casali 71, altri sono più semplici, realizzati per grandi eventi come le Olimpiadi Invernali o semplicemente come souvenir delle località alpine. A prima vista può sembrare una mostra frivola, legata alla moda e ai suoi tempi e invece no, è come un piccolo viaggio nel gusto, che cambia con il tempo e con la geografia, e vale la pena compierlo, perché parla di noi, di come siamo cambiati e di come un oggetto semplice come il foulard possa raccontare tante cose della propria epoca, sia attraverso il disegno, sia attraverso il tessuto.

Per noi torinesi, ci sono anche un paio di foulard dal significato speciale, perché legati alle Olimpiadi Invernali del 2006: il foulard Bolaffi Lo sci. Torino Città Olimpica e Torino 2006 by Hermès; recentemente è stato aggiunto anche il foulard ufficiale di Torino 2006, Look of the game di Cattaneo Cravatte, che, coloratissimo, conclude quest'itinerario curioso e delizioso, alla scoperta di uno dei capi d'abbigliamento da riscoprire.

Foulard delle Montagne è al Museo Nazionale della Montagna, in piazzale Monte dei Cappuccini 7, fino al 28 maggio 2017. Gli orari di visita sono martedì-domenica ore 10-18, lunedì chiuso; il biglietto costa 10 euro, ridotto 7 euro, 6 euro per i soci del CAI, gratuito per i possessori della tessera Abbonamento Musei.


Nessun commento:

Posta un commento