Eventi    Luoghi   Made in TO   Progetti   Storie   In viaggio               Chi sono  Contatti

martedì 28 marzo 2017

Festival Antonio Vivaldi: aprile è la quinta Stagione, con concerti ed eventi

C'è un rapporto speciale, e non da tutti conosciuto, tra Torino e Antonio Vivaldi, nonostante il grande veneto non abbia avuto frequenti relazioni con la capitale dei Savoia. Sapevate che la Biblioteca Nazionale di Torino conserva la quasi totalità dei manoscritti del musicista e che grazie a questo straordinario patrimonio è la meta irrinunciabile di chiunque voglia avvicinarsi agli studi sul musicista? Per valorizzare questa collezione, la città organizza il Festival Antonio Vivaldi, che, tra il 5 e il 23 aprile 2017, presenta una trentina di eventi. Opera, concerti, cinema, mostre, incontri, non mancherà niente per approfondire la conoscenza del più amato compositore italiano del Settecento.


Bello che gli organizzatori sottolineino come questa manifestazione sia un'occasione speciale per "tuffarsi nelle meraviglie di uno sterminato catalogo, ancora oggi troppo spesso messo in ombra dalla celebrità delle quattro Stagioni, composizione che ha finito per oscurare molte altre bellezze musicali". Vivaldi oltre le quattro Stagioni, dunque.

Come spesso capita a Torino, al Festival collaborano numerosi enti culturali cittadini, così l'omaggio a Vivaldi è una manifestazione diffusa sul territorio. La Biblioteca Nazionale Universitaria (piazza Carlo Alberto 3) metterà in mostra i manoscritti che conserva, l'Auditorium Vivaldi (piazza Carlo Alberto 3) ospiterà concerti, incontri e convegni, il Teatro Regio (piazza Castello 215) porterà in scena per la prima volta in città un'opera vivaldiana, L'incoronazione di Dario, allestita su progetto dell'Accademia Albertina di Belle Arti (e anche l'allestimento sarà oggetto di una mostra ad hoc, che sarà inaugurata il 6 aprile nel Foyer del Toro del Teatro Regio). Il via al Festival sarà l'inaugurazione della mostra L'approdo inaspettato, il 5 aprile: 27 volumi manoscritti, in gran parte autografi di Vivaldi, all'Auditorium Vivaldi; all'inaugurazione della mostra seguirà il concerto dell'Ensemble L'Archicembalo Perle musicali dalle raccolte Foà e Giordano. Alla Biblioteca Nazionale, il 7 aprile, Gastón Fournier-Facio, direttore artistico del Teatro Regio, incontrerà il direttore d'orchestra Federico Maria Sardelli, autore del libro L'affare Vivaldi nel quale si ricostruisce la storia dei manoscritti custoditi dalla Biblioteca torinese. Al Festival partecipa anche il Castello di Miradolo, a San Secondo di Pinerolo (TO), che in questi mesi ospita la straordinaria mostra Tiepolo e il Settecento veneto: l'8 aprile, alle ore 17.30 il concerto Amor hai vinto, del Gruppo cameristico dell'Academia Montis Regalis permetterà di riunire in un'unica sede due dei più importanti artisti veneti del XVIII secolo; al termine del concerto, si potrà partecipare a una visita guidata riservata e a un aperitivo (ingresso 15 euro, con prenotazione obbligatoria al numero di telefono 0121 376545).

E questi sono gli eventi dei primi giorni, poi ci saranno ancora concerti, in varie parti della città, dal Tempio Valdese al Conservatorio, rispettivamente con l'Associazione Culturale Organalia e l'Orchestra Filarmonica di Torino. Il 10 aprile si potrà assistere a un concerto.spettacolo con L'intervista impossibile ad Antonio Vivaldi, all'Auditorium Vivaldi. Il Museo Nazionale del Cinema parteciperà alla kermesse con la proiezione di due film al Cinema Massimo, sabato 15 aprile: Concierto Barroco di José Montes-Baquer con musiche di Hans Werner Henze, Antonio Vivaldi, Georg Friedrich Händel, Igor Stravinskij, Richard Wagner, Louis Armstrong, Vicente Martín y Soler e L'Enfant sauvage di François Truffaut con una colonna sonora su pagine vivaldiane.

Segnalare tutti i concerti, gli spettacoli, le iniziative che Torino è riuscita a organizzare nel nome del grande musicista veneto è complicato: trovate il programma completo, su www.comune.torino.it. Voglio segnalarvi solo che la maggior parte degli eventi e dei concerti è a ingresso libero e che sette concerti saranno trasmessi su Facebook, nella pagina della Città di Torino: "Il format darà la possibilità di ascoltare una breve presentazione del concerto, con il contributo di un'intervistatrice e di un artista, e di assistere ai primi minuti dell'esibizione musicale. Questa formula innovativa, in versione sperimentale, ha l'obiettivo di coinvolgere nuove fasce di spettatori e di promuovere il Festival Antonio Vivaldi e Torino". I concerti sono: Perle Musicali dalle Raccolte Foà e Giordano (5 aprile, ore 18.30, Biblioteca Nazionale – Concerto inaugurale), Il concerto doppio in Vivaldi e Bach (8 aprile, ore 20.30, Biblioteca Nazionale), Vivaldi XL (11 aprile, ore 21, Conservatorio), Suonate a due violini (12 aprile, ore 21, Conservatorio), L'incoronazione di Dario (13 aprile, ore 20, Teatro Regio), Juditha in trionfo (20 aprile, ore 21, Conservatorio), Tra le erbe i zeffiri (23 aprile, ore 20.30, Biblioteca Nazionale – Concerto di chiusura).


Nessun commento:

Posta un commento