Eventi    Luoghi   Made in TO   Progetti   Storie   In viaggio               Chi sono  Contatti

giovedì 20 aprile 2017

25 aprile 2017: il programma delle celebrazioni di Torino

Torino, Città Medaglia d'Oro al Valor Militare per la Resistenza e la Lotta di Liberazione, accoglie il 25 aprile 2017 con una serie di iniziative che hanno il loro cuore nel Polo del '900 e il loro finale, il 27 aprile, nel tour Sotterranei in guerra Torino dal 1938 al 1945, preparato da Somewhere. Al Polo sono previsti incontri, proiezioni e spettacoli, "il cui filo conduttore è la figura di Franco Antonicelli, il leader del CLN piemontese che annunciò alla radio la Liberazione di Torino". Le celebrazioni iniziano, però, il 24 aprile 2017, alle ore 20, con la tradizionale fiaccolata che parte da piazza Arbarello e arriva in piazza Castello, dove, alle ore 20.30, ci sarà il saluto delle Autorità e l'orazione ufficiale di Lidia Menapace.

La Festa della Liberazione si apre alle ore 9.45, alle ex Concerie Fiorio, in via San Donato 72 angolo Via Durandi, da dove partirà il corteo commemorativo per il Sacrario del Martinetto (corso Svizzera angolo corso Appio Claudio), dove verrà deposta una corona in memoria dei Partigiani e dei Caduti e dove, dalle ore 11, si terrà lo spettacolo di musica e teatro Lettere Alla Vita, a cura della Compagnia di Musica – Teatro Accademia dei Folli. Commemorazione dei Caduti anche al Cimitero di Sassi, alle ore 9.30, con corone di fiori alle lapidi delle due guerre mondiali, e, alle ore 10, al Cimitero Generale, con deposizione delle corone ai Cippi. Ci saranno deposizioni delle Corone in molti luoghi di Torino: al Monumento ai Caduti del Giardino Milone, in strada Settimo, alle ex Carceri Nuove, in corso Vittorio Emanuele II, in piazza Santa Rita e in piazza Bengasi.

Il cuore delle celebrazioni  del 25 aprile sarà al Polo del 900, si diceva: qui per l'intera giornata Palazzo San Celso e Palazzo San Daniele, i Quartieri Militari costruiti da Filippo Juvarra e affacciati su corso Valdocco, saranno aperti al pubblico per mostre, incontri, spettacoli; vi segnalo, alle ore 11, a Palazzo San Daniele, Area Kids, Letture sulla Libertà - Laboratorio per bambini dal 6 ai 10 anni; alle ore 15, a Palazzo San Daniele, in Sala 900, Lezione Antonicelli, La vita di Franco Antonicelli in una lezione scritta da Leonardo Casalino e recitata da Marco Gobetti; alle ore 16, a Palazzo San Daniele, in Sala lettura del 1° piano, Antonicelli Editore. Da Topolino a Se questo è un uomo - Un racconto di Domenico Scarpa sul rapporto tra Antonicelli e Primo Levi; alle ore 16.45, a Palazzo San Celso, nella Sala Memoria delle Alpi, La Torino liberata di Franco Antonicelli - Un percorso tra carte pubbliche e private. Dalle 14 alle 20 gli spazi esterni del Polo del '900 ospiteranno concerti di Tavernacustica, specializzato in cover di cantautori italiani (ore 14.30), del gruppo rock Litio (ore 16), di Carlo Pestelli e Alex Gariazzo, che ripercorrono alcuni canti classici del repertorio partigiano mettendo in evidenza il contributo di Franco Antonicelli (ore 17), della Banda Osiris (ore 18). Il programma completo degli eventi è sulla pagina Facebook del Polo del 900.

La Festa della Liberazione 2017 si concluderà alle ore 20.30, nella Sala 3 del Cinema Massimo (via Giuseppe Verdi 18), con l'anteprima di Libere di Rossella Schillaci, una produzione dell'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza (ANCR), con il sostegno della Città di Torino, della Compagnia di San Paolo e della Film Commission Torino e Piemonte, per riflettere sul ruolo delle donne nella Resistenza italiana e su quello che ha significato non solo nelle loro vite personali, ma anche nell'emancipazione delle donne italiane; saranno presenti con la regista anche Chiara Acciarini, Carla Dappiano, Paola Olivetti.

Come epilogo al 25 aprile, vi segnalo il tour Sotterranei in guerra Torino dal 1938 al 1945, preparato da Somewhere per scoprire l'anima più tormentata della Città del piano di Sotto. L'idea è arrivata grazie all'archivio del giornalista e scrittore Renzo Rossotti, di cui Laura Audi, fondatrice di Somewhere, è curatrice. "Abbiamo iniziato dalle tante foto inedite del suo archivio: il Duce a Torino, Piazza Castello con i sacchi per le trincee e i monumenti nascosti, i volti delle persone del rifugio in cui lo stesso Rossotti restò imprigionato a 12 anni , per disegnare la mappa della Città in guerra... una Torino quasi sconosciuta ai più ma che conserva, a ben guardare, le invisibili cicatrici di una Città ferita". Di qui il tour, "un percorso nella 'pancia' di Torino a 12 metri di profondità alla scoperta di tre tra i più significativi rifugi della Seconda Guerra Mondiale attraverso testimonianze inedite e tracce sovente dimenticate in una Città che racconta, anche al piano di sopra, fra cicatrici e segni indelebili, il suo passato di guerra". L'appuntamento è per giovedì 27 aprile, alle ore 20.30, in via Garbaldi angolo piazza Statuto (28 euro a persona, info e prenotazioni www.somewhere.it o tel 011 6680580).

Il programma completo del 25 aprile torinese, in .pdf e scaricabile, sul sito del Comune di Torino.


Nessun commento:

Posta un commento