mercoledì 5 aprile 2017

Aspettando il Salone del Libro, i 300 eventi di Torino che legge

Il tempo di celebrare Pasqua e Torino è pronta a immergersi nelle atmosfere del Salone Internazionale del Libro, che si svolgerà dal 18 al 22 maggio 2017 e che da qualche tempo ha il suo prologo nei giorni intorno al 23 aprile, Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore, il 23 aprile, con Torino che legge. Dal 18 al 23 aprile 2017, la terza edizione delal kermesse coinvolgerà l'intera città, con più di 300 appuntamenti in biblioteche, librerie, scuole, musei, teatri, case del quartiere, 40 fra enti, associazioni e fondazioni, circoli, piazze, corsi, giardini e persino in un tram storico. Non mi stancherò mai di sottolineare la capacità di Torino di fare rete e di coinvolgere in una manifestazione ogni quartiere: datele un argomento e Torino ne saprà fare un unicum invidiabile di appuntamenti, spettacoli, cultura.

I libri, con i loro autori e le loro letture, saranno protagonisti di questa cinque giorni, a cui parteciperanno, tra i tanti, Giuseppe Culicchia, Stefania Bertola, Margherita Oggero, Francesco Carofiglio, Bruno Gambarotta, Emiliano Poddi, Stefania Miretti, Andrej Longo, Anna Migotto, Margherita Giacobino, Raffaella Romagnolo, Zoltan Nagy. L'inaugurazione, il 18 aprile alle ore 17, è alla Biblioteca Centrale (via della Cittadella 5), con l'incontro Comunicare la lettura. Riflessioni e prospettive per la filiera del libro e della lettura a Torino, a cui prenderanno parte anche Annamaria Testa, Giuseppe Culicchia e Nicola Lagioia. Di questa stessa giornata vi segnalo anche due eventi al Circolo dei Lettori (via Bogino 9): alle ore 18, #PrimaveraTorinese presenta Il caso Matera con Paolo Verri, direttore Matera 2019 (La Città dei Sassi ha vinto la sfida, è pronta ad assumersi il ruolo di Capitale europea della Cultura 2019. Come è riuscita a portare a termine l'ambizioso progetto? I protagonisti, in dialogo con Nicola Lagioia, raccontano l'avventura, che, iniziata anni fa, è un mix di pro gettualità, forza d'animo, coinvolgimento dei cittadini, buona governance e un po' di follia); alle ore 19, Delizie di stagione (Aperitivo con gli asparagi di Santena e delle Terre del Pianalto, il germoglio a tempo zero, che i partecipanti possono assaggiare in una degustazione di piatti. Il suo segreto sta nella sua freschezza, assicurata dal tempo zero che passa fra raccolta in campo e consumo).

Poi, tra gli oltre 300 eventi, spulciando nel programma, il 19 aprile, alle ore 20.30, alla Biblioteca Civica Natalia Ginzburg (via Lombroso 16), la presentazione de I cieli su Torino, venti racconti scritti da altrettanti autori per raccontare Torino e le sue trasformazioni, con Renzo Sicco e Gian Luca Favetto. Il 20 aprile, alle ore 17, in Biblioteca Centrale, Leggere Torino, una visita guidata alla scoperta delle raccolte storiche della Biblioteca (prenotazioni studilocali.bct@comune.torino.it); alle ore 21, al Circolo dei Lettori uno Speciale Scandinavia in attesa del Grande Nord, il viaggio che il Circolo organizza per la tarda primavera, con la collaborazione di Iperborea, con reading di Giuseppe Culicchia e Lucia Sacerdoni al violoncello. Il 21 aprile, alle ore 17.30, in Biblioteca Alessandro Passerin d'Entrèves (via Guido Reni 102), Se un pomeriggio di primavera un lettore… un incontro in cui, lettori e lettrici saranno protagonisti: ognuno è invitato a portare con sé le pagine del libro che ha amato di più, perché l'amore della lettura, se condiviso si accresce; alle ore 18, in Biblioteca Centrale, incontro con Margherita Oggero e Bruno Gambarotta per la presentazione de La ragazza di fronte e Non si piange sul latte macchiato. Il 22 aprile, Torino che legge ricorda il gemellaggio con Sant Jordi, la festa per cui i catalani regalano una rosa e un librlo, e le librerie aderenti allestiranno le vetrine con rose e libri, mentre alla Biblioteca Centrale verrà donata una rosa alle signore che effettueranno un prestito di libri.

Anche l'ultimo giorno di Torino che legge è un giorno di lettura: dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 14 alle 17, il tram storico 3104 del 1948 sfilerà nelle vie del centro, mentre a bordo ci saranno letture da Gli Arancini di Montalbano di Andrea Camilleri e dell'antologia Lingua Madre Duemilasedici. Racconti di donne straniere in Italia (ingresso gratuito, con partenza ogni 30' dal capolinea di Piazza Castello, lato Teatro Regio). Sempre domenica, al Mausoleo della Bela Rosin, in strada Castello di Mirafiori, Assemblea Teatro propone il reading Un omaggio a Manuel Antonio Pina.

Tante proposte, come potete vedere, il programma completo, con tutte le iniziative anche nei quartieri, su www.torinochelegge.it.


Nessun commento:

Posta un commento