domenica 14 maggio 2017

L'Open Day della Valle Vigezzo: i luoghi e le eccellenze da scoprire

Il 21 maggio 2017, la Val Vigezzo, nel Verbano Cusio Ossola, aprirà le porte, per far conoscere la propria bellezza e la propria cultura. Sarà il primo Open Day della valle dei pittori, che conserva eccellenze come l'area wilderness più ampia d'Europa, il Parco Nazionale della Val Grande, un Ecomuseo regionale e due borghi, Santa Maria Maggiore e Malesco, dotati della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, che riconosce non solo il patrimonio storico, culturale e ambientale, ma anche la capacità di offrire un'accoglienza di qualità.

La foto panoramica della Val Vigezzo è di Massimiliano Riotti

Con l'Open Day sarà possibile "riscoprire alcuni angoli finora mai esplorati, visitando musei, chiese e oratori che racchiudono veri e propri tesori artistici. In più, la giornata sarà arricchita da visite guidate, degustazioni, esibizioni, attività per bambini, mostre e dimostrazioni pratiche degli antichi mestieri legati alla Val Vigezzo" spiega il comunicato stampa. Salendo in valle da Domodossola, magari a bordo dei suggestivi treni della Vigezzina, il primo Comune che si incontra è Druogno, che proporrà visite guidate al museo UniversiCá e al Museo Vivo, dedicati alla valle, alle tradizioni e ai mestieri; nel percorso anche la visita al Giardino di Montagna. Addentrandosi ancora nella valle, Santa Maria Maggiore, la cittadina più importante dell'area, propone una visita alla Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini, che conserva le opere dei grandi pittori vigezzini, e al Museo dello Spazzacamino, un unicum in Italia, che ricorda una figura professionale dimenticata e un lavoro a cui si dedicarono tanti vigezzini costretti a emigrare all'estero. Per ricordare l'antica passione della valle per la pittura, a Santa Maria Maggiore ci sarà anche una giornata speciale En plein air, con gli artisti che dipingeranno all'aperto i panorami e gli scorci alpini.

"A Toceno la giornata sarà arricchita da una dimostrazione pratica sull'attività casearia, colonna portante della vita contadina di questa valle. Imperdibile la visita alla Xiloteca, dove ammirare una campionatura diranno a ben 471 legni nazionali ed esotici. Craveggia punta su un grande tesoro, non sempre visitabile. Si tratta di un vero Tesoro, quello custodito dalla Chiesa Parrocchiale dedicata ai S.S. Giacomo e Cristoforo: paramenti religiosi, oggetti liturgici, dipinti e manufatti di grande valore artistico e storico, tra cui spiccano il drappo funebre di Luigi XIV e il manto nuziale della Regina Maria Antonietta. Da non perdere, dunque, questa visita davvero speciale" continua il comunicato stampa. Che ricorda anche che a "Malesco e nelle sue frazioni è prevista l'apertura e la visita guidata di strutture sacre e museali dell'Ecomuseo regionale Ed Leuzerie e di Scherpelit. Si potrà visitare il lavatoio, dedicato al primo uomo che attraversò la Manica a nuoto, il maleschese Giovan Maria Salati che proprio 200 anni fa compì l'ardua impresa. Le visite guidate all'antico mulino, nell'ambito delle giornate europee dei mulini (20-21 maggio), degustazioni di runditt e turtei, aperture straordinarie, musica live e un tour speciale alla scoperta del territorio completeranno la giornata".

Ogni Comune della Valle ha eccellenze da mostrare: Villette, famoso come paese delle meridiane, proporrà un percorso dedicato ai sassi dipinti di Federica Ramoni, una visita guidata al Museo di Arte Contadina Ca' di Feman e una passeggiata con Gim Bonzani, per scoprire le tante meridiane che caratterizzano il paesino; a Re sarà aperto il Santuario della Madonna del Sangue, dove, per l'occasione sarà allestita anche una mostra dedicata alla costruzione del Santuario, ci saranno anche un itinerario nel verde, 4 passi tra storia, preistoria e oltre e un minigiro gastronomico nelle vie del centro storico, Mangiar da Re.

Tutte le info e gli aggiornamenti sull'Open Day in Valle Vigezzo su www.vallevigezzo.eusulla pagina Facebook della Valle.


Nessun commento:

Posta un commento