martedì 2 maggio 2017

Maggio al femminile, al Circolo dei Lettori

Quanto conta un bravo addetto stampa nella promozione di un evento, di un luogo, di un centro culturale? Tanto. Al Circolo dei Lettori da qualche tempo c'è Giorgia Tomatis, che invia regolarmente comunicati sugli incontri, le presentazioni e le conversazioni in via Bogino 9 e riesce a trovare sempre suggerimenti e temi che possano suscitare curiosità e attenzione. L'ultimo comunicato, stamattina, riguarda la presenza delle donne negli incontri del Circolo dei Lettori di maggio e, siccome è gradevole, chiaro e non ho niente da aggiungere, ve lo giro tale e quale. Non capita spesso, perché non mi piace essere portavoce di Musei o Centri Culturali, facendo il copia e incolla dei loro comunicati e preferisco sempre aggiungere parole e pensieri più personali, ma ogni tanto un'eccezione si può fare. Ecco gli appuntamenti al femminile del Circolo dei Lettori, a maggio

Le donne scrivono molto e leggono di più: il 35% contro il 19% dei colleghi uomini. E i loro libri sono sempre più spesso in via alle classifiche. Ben dieci storie di donne, o scritte da donne, al Circolo dei lettori per questo maggio.
La prima è quella di Cleo Toms, 21 anni, sbarcata su YouTube quando ne aveva 17 e arrivata presto a oltre 33 milioni di contatti. Nel 2014 ha dato vita anche a un canale dedicato ai vlogs che conta oggi 200mila iscritti. Il nuovo libro è La magia delle #piccolecose (Rizzoli), storia romantica del suo alter ego Luna. La webstar incontra i fan in dialogo con il filosofo Leonardo Caffo mercoledì 3 maggio, ore 17.30.
Almudena Grandes è nota al grande pubblico per Le età di Lulù, dal quale Bigas Luna ha tratto l’omonimo film nel 1990; al centro una donna ossessionata dall’erotismo, tanto da sembrare una condanna da scontare.  Malena (1990), invece, è una ragazza timida e insicura ma anche appassionata e sensuale, turbata dal conflitto con la sorella. L’opera più recente è I baci sul pane (Guanda, 2015), ambientato durante la recente crisi economica in Spagna. I temi questa volta indagano più da vicino la realtà del suo Paese. L’incontro è giovedì 4 maggio, ore 18.30
(Ingresso € 5 | Carta Smart € 3 | Carta Plus gratuito)
Venerdì 5 maggio alle 21, con Dove non sono mai stata di Silvia Mercuriati e Alessandra Cella si parla di due grandi protagoniste della fotografia americana del ‘900. Diane Arbus ha usato il mezzo ribellandosi alle convenzioni, fotografando freaks e comunità di nudisti. Vivian Maier non era una professionista, di mestiere faceva la “tata” e rubando scatti per strada si è di fatto inventata lo stile della Street Photography.
Anilda Ibrahimi ha lasciato Tirana a 22 anni per trasferirsi in Svizzera, poi in Italia. Il suo esordio è Rosso come una sposa (2008) e lunedì 8 maggio ore 18 presenta il nuovo atteso Il tuo nome è una promessa (Einaudi), romanzo di madri e di figlie che per quattro generazioni attraversano un secolo. Per tutte l’Albania è un paese straniero e insieme il luogo dell’ultimo rifugio possibile.
Ivana, Kristelle e Barbara sono le donne che hanno segnato la vita di Frank Saponara, proprietario del Sorriso Dancing Club e protagonista di
Confessioni audaci di un ballerino di liscio (Baldini&Castoldi) di Paola Cereda. Lunedì 8 maggio, ore 21 l’autrice dialoga con Alessandro Perissinotto.
Seconda classificata a Masterpiece, l’esperimento di talent show dedicato agli aspiranti scrittori,
Raffaella Silvestri ci racconta di Anna, milanese, che si sente sempre fuori posto. Una storia privata che finisce per essere quella di una generazione intera. Con La fragilità delle certezze (Garzanti) l’autrice è al Circolo mercoledì 10 maggio, ore 18
Il dolore assoluto di una madre che perde la propria figlia. Michela Marzano in L’amore che mi resta (Einaudi) ha scritto un commovente romanzo sulla maternità. Giada si è uccisa, lasciando ai suoi cari un biglietto in cui chiede scusa, non ce la faceva più «ad andare avanti» ma sua mamma «è perfetta». Uno dei libri più discussi oggi in Italia. L’incontro è mercoledì 10 maggio, ore 21
All’esordio nella narrativa, Chiara Francini, attrice e conduttrice tv a Domenica In, dialoga, martedì 16 maggio ore 18.30 con Massimo Gramellini. Non parlare con la bocca piena (Rizzoli) è il titolo del libro, protagonista una donna reduce da una relazione finita che torna a casa dai genitori e impara qualcosa dal loro matrimonio che ha resistito a tante prove.
La vicenda di Graziella, giovane reporter, e quella di un pittore olandese di scarsa fortuna si incrociano nel romanzo di Loredana Lipperini, L'arrivo di saturno (Bompiani). Voce di Fahrenheit su Radio3 e autrice del blog Lipperatura incontra i lettori martedì 23 maggio, ore 18 con Marco Peano
Un altro atteso debutto è quello di Silvia Bencivelli, giornalista scientifica e volto di TuttaSalute su Rai3. Le mie amiche streghe (Einaudi) raccontano le tragicomiche avventure di Alice, medico, sul confine tra scienza e superstizioni, terapie alternative, omeopatia, oroscopi e vaccini. Al Circolo, giovedì 25 maggio, ore 18.


Nessun commento:

Posta un commento