sabato 1 luglio 2017

10 cose da fare a Torino quest'estate

È arrivato luglio e con lui la vera estate e le vacanze. Cosa fare a Torino, si sia torinesi in cerca di svago o turisti di passaggio in città? Qui una decina di idee, tra attività classiche, insolite e nuove in una città che non chiude mai per ferie. L'ordine è del tutto casuale.

Al Borgo Medievale tra aperitivi e mostre
Il Borgo Medievale è uno dei posti più classici per trascorrere qualche ora al fresco, all'ombra e in un'atmosfera piacevole e d'altri tempi. Quest'anno nel Giardino Medievale si terranno aperitivi speciali: il 13 luglio l'Aperigiardino svelerà i segreti delle piante aromatiche, mentre il 6, 20 e 27 agosto, dalle ore 10.30 alle 13, l'Aperitivo al Borgo sarà accompagnato da musica e buon vino. Per gli appassionati di motori, fino a settembre ci sarà la mostra fotografica Torri e motori, Automobili al Borgo Medievale, che, utilizzando molto materiale d'epoca, ripercorre la storia dell'auto a Torino, con modellini, documentari e pieghevoli; il legame tra il Borgo e le auto è stretto: sono nati negli stessi anni e il GP del Valentino si svolgeva a pochi metri dal Borgo.

Estate Reale con aperitivo, ai Musei Reali
Torino Estate Reale, in piazzetta Reale, offre, dal 1° al 16 luglio 2017, spettacoli di ogni genere, tra teatro, danza, musica. Il 1° luglio il debutto è con il Ballet Nacional de Cuba, per dire. Poi ci saranno anche Paola Turci, il Cirko Vertigo, Peppe Servillo e il suo omaggio a Lucio Battisti, il Sogno Americano dell'Orchestra del Teatro Regio. Davvero tanti spettacoli da non perdere, a partire dalle ore 21.30 (biglietti 12 euro settore A, 8 euro settore B, 5 euro per i nati dal 2003, qui calendario e info). E, per chi vuole, prima dello spettacolo, un aperitivo ai Musei Reali, dove sarà anche possibile visitare gli Appartamenti della Regina Elena (aperitivo+visita 20 euro, prenotazione obbligatoria estatetickets@comune.torino.it).

In navetta al Castello di Rivoli
Al Castello di Rivoli, che ospita uno dei più importanti Musei di Arte Contemporanea d'Italia, succedono sempre belle cose. Ma come molte dimore sabaude, che costituivano la Corona di Delizie, è piuttosto lontano da Torino e non è sempre così facile arrivarci. Meno male che la navetta gratuita dei finesettimana c'è anche nei mesi estivi. Bisogna approfittarne perché la mostra L'emozione dei colori, tra le più belle della stagione torinese, chiude il 23 luglio. La navetta funziona il sabato e la domenica con partenza da piazza Castello e fermata, 5 minuti dopo, in piazza XVIII dicembre, alle ore 10.30, 13, 15.30, 18.10 e arriva al Castello un'ora dopo. Le partenze da Rivoli, un'ora dopo quelle da Torino. Info castellodirivoli.org.

Un gelato in città
Torino è famosa per le sue gelaterie: qui è nata la saga di Grom e Silvano è considerato ormai da decenni uno dei migliori gelatai torinesi. Ma non entriamo in questa disanima sui migliori gelati di città, vi segnalo solo due posti in cui non si sbaglia mai: da Pepino, in piazza Carignano, davanti al più bel palazzo torinese, disegnato da Guarino Guarini, gustatevi un Pinguino, una delle invenzioni torinesi più intramontabili. A poca distanza, in piazzetta CLN, Alberto Marchetti ha appena realizzato il suo progetto più grande, una Casa del Gelato in cui non solo si acquista e si gusta il gelato, ma si ha la possibilità di vedere da vicino i prodotti e di conoscerne i segreti, tra magazzini e laboratori.

Al Museo Egizio con i Racconti viventi
Partirà il 7 luglio ed è già imperdibile il progetto del Circolo dei Lettori, Luoghi viventi. Racconti d'autore per musei da vivere e destinato al Museo Egizio di Torino e al Musée des Beaux-arts e Les Charmettes di Chambéry. Attraverso un app che si può scaricare su smartphone o tablet, si potranno visitare i Musei ascoltando racconti inediti d'autore, scritti appositamente per ognuno dei tre musei. Per il Museo Egizio hanno scritto Altan, Maylis De Kerangal, Alice Rohrwacher e Léa Gazzurra, Roberto Saviano, Niccolò Ammaniti e Antonio Manzini: i loro racconti sono ispirati alla tomba di Kha, ai papiri che documentano il primo sciopero della storia, agli indovinelli della Sfinge... tutte le info su www.museoegizio.it.

Alla Sacra di San Michele con la navetta
La Sacra di San Michele è una meta fascinosa in tutte le stagioni: la sua architettura gotica si sposa benissimo con i cieli tempestosi e quelli più sereni. All'imbocco della Valle di Susa, gode di un panorama incomparabile. Da Torino si può raggiungere in due modi: al mercoledì, sabato, domenica, con il treno della linea SFM3, quindi, scesi ad Avigliana, con una navetta che parte dal piazzale davanti alla Stazione in coincidenza con l'arrivo del treno (4 euro a/r); alla domenica, alle ore 8.30 da Porta Susa, con autobus e visita guidata all'antica Abbazia, per tornare a Torino alle ore 13 (35 euro a persona, 29 per possessori tessera Abbonamento Musei; prenotazione obbligatoria www.somewhere.it o tel 011 6680580). Info e orari www.sacradisanmichele.com.

Quartieri da scoprire: Borgo Aurora e Campidoglio
L'estate è sempre una bella occasione per scoprire e rivedere quartieri torinesi non troppo centrali. Borgo Aurora, in piena rinascita, tra architettura e creatività, offre tra le sue strade e i suoi cortili, negozi e laboratori di design, di artigianato, di sorprese; per pranzo un salto alla Lumeria (via Reggio 6c) o da Pai Bikery (via Cagliari 18). Campidoglio è il quartiere dell'innovazione, ha la prima piazza smart d'Italia, con i servizi tecnologici che facilitano la vita ai cittadini, ha il primo Museo di Arte Urbana d'Italia, con i suoi coloratissimi murales, e nelle sue viuzze che sanno ancora di paese nuovi artigiani e creativi; per scoprire il quartiere e le sue innovazioni, il 6 luglio alle ore 17.30 c'è anche un tour in bici (iscrizioni e info torinolivinglab-biketour.eventbrite.it).

A piedi tra le nuvole, fino al Nivolet
Dal 9 luglio al 27 agosto 2017, gli ultimi 6 km della Strada Provinciale 50, che da Ceresole Reale porta al Colle Nivolet, saranno chiusi al traffico; si potrà salire fino al Lago Serrù con l'auto oppure utilizzare la navetta a disposizione da Ceresole Reale; le guide del Parco Nazionale del Gran Paradiso hanno organizzato numerose escursioni e attività, che permetteranno di scoprire le bellezze paesaggistiche, la flora e la fauna del Parco, le tradizioni e le eccellenze dei Comuni che lo compongono. Qui trovate gli orari delle navette dei giorni festivi, e qui quelle dei giorni feriali, che sono la grande novità (e bell'idea) di quest'anno. Sul sito del Parco del Gran Paradiso, le attività in programma, per scoprire il Nivolet.

Parchi da godere
Dici parchi a Torino e si pensa immediatamente al Parco del Valentino o a quello della Pellerina, i parchi più amati dai torinesi. E sì, d'estate sono due dei posti migliori per prendere il fresco, leggere un buon libro, camminare lungo il fiume. A questi due aggiungo il mio prediletto, il Parco Dora, soprattutto al mattino e al tramonto, e due parchi su cui ha puntato l'attenzione la recente Open House Torino: il Parco Colonnetti, a Mirafiori Sud, con la sua Casa del Quartiere e le sue numerose attività (nel suo sito web gli aggiornamenti), a poca distanza dal Mausoleo della Bela Rosin e dal Parco lungo il Sangone, e il Parco Mennea, nei pressi di piazza Marmolada, ideale per chi ha bambini e vuole praticare sport all'aria libera.

Torino Estate e Tutta la mia città
Per tutta l'estate, compreso agosto, Torino propone tante attività anche nelle sue Circoscrizioni. Dal Parco della Tesoriera al Cecchi Point, dal PAV, Parco Arte Vivente, ai MagazziniOz, dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi alla Reggia di Venaria Reale, sono tante le sedi di concerti, spettacoli teatrali, danza, aperitivi, cinema, fino al TOdays Festival, che in Barriera di Milano, dal 25 al 27 agosto 2017, chiude un po' l'estate torinese, in vista dell'autunno, con concerti, laboratori e tanti ospiti internazionali (vedi www.todaysfestival.com). Il programma di Torino Estate è, in .pdf, su www.torinoestate.it.


Nessun commento:

Posta un commento