giovedì 27 dicembre 2018

5 cose da fare a Capodanno a Torino

Cosa si può fare a Torino a Capodanno, quando la maggior parte di Musei, mostre, esercizi commerciali è chiusa od osserva orari ridotti? Torino è una città dalle mille risorse e offre cose belle e interessanti da fare anche nei giorni delle feste più familiari. Eccone alcune, iniziando dal principio, ovvero dal primo Capodanno in piazza che mi sento di consigliare, per la curiosità che mi suscita e per l'originalità che promette

Capodanno magico Torino

Capodanno Magico
In piazza Castello, la notte di San Silvestro conta sul Masters of Magic World Tour®, uno degli spettacoli di illusionismo più famosi del mondo. Ben 30 artisti internazionali daranno vita al più grande show mai realizzato, con contaminazioni di arti che avranno nella magia il filo conduttore: danza, musica, funambolismi saranno uniti tra loro da illusionismo, giochi di prestigio, arti magiche, grazie a campioni del mondo di magia provenienti da tutto il mondo. Ci sarà anche un momento per il Guinnes dei Primati: i 15mila spettatori previsti si trasformeranno in maghi, per partecipare al più grande spettacolo di magia del mondo (un giudice del Guinness World Record certificherà l'evento per dichiarare Torino Capitale Mondiale della Magia). Al termine dello spettacolo, toccherà alla musica e a RDS 100% Grandi Successi, radio partner del Capodanno Magico.

Uscire alla mattina presto
La prassi vorrebbe che, dopo la lunga notte di San Silvestro, il 1° gennaio inizi tardi, nel calore e tra le coccole del nuovo anno. E invece no. A Capodanno bisognerebbe alzarsi presto e scendere in strada intorno alle 9, per scoprire una Torino inedita. Mai scesi da piazza Castello verso il Po, in una via Po deserta e addormentata? E una passeggiata in via Roma e in piazza San Carlo lontane dalla pazza folla? La bruma del mattino invernale, i colori freddi di una giornata di gennaio, i rari passanti, i negozi chiusi, la luce sul Po, tra la Gran Madre e il Monte dei Cappuccini. Un modo inedito di iniziare l'anno, scoprendo la città ancora addormentata. E poi, tornando verso le abituali occupazioni, anche turistiche, non dimenticate il Concerto di Capodanno, alle ore 11 in Galleria Umberto I, a cura del 27 Reeds Sax Quartet, formato dagli allievi del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino.

Musei aperti (e mostre visitabili)
A Capodanno la maggior parte dei Musei torinesi è (purtroppo) chiusa. Quindi giusto segnalare quelli che hanno deciso di aprire e di offrire una giornata di cultura ai torinesi e ai turisti. Aperti il Museo Egizio (via Accademia delle Scienze 6, ore 9-18.30) e il Museo del Cinema (via Montebello 20, ore 15-20), quest'ultimo con la mostra Merry Marilyn, dedicata a Marilyn Monroe. I Musei Reali saranno chiusi, ma non così le mostre Tutti gli “ismi”di Armando Testa (Palazzo Chiablese, ore 15-19) e Van Dyck. Pittore di corte (Galleria Sabauda, con ingresso da via XX settembre 86, ore 12.30-19.00).Aperti anche la GAM (via Magenta 31), il MAO (via San Domenico 11) e Palazzo Madama (piazza Castello), dalle ore 14 alle18, con rispettive mostre da non perdere: I Macchiaioli, Tattoo, l'arte sulla pelle, Madame Reali: cultura e potere da Parigi a Torino. Aperti anche il Museo dell'Auto (corso Unità d'Italia 40, ore 14-19), la Pinacoteca Agnelli (via Nizza 230/203, ore 15-19), le OGR, con il Future Park, le mostre e il Transnatural Shop (corso Castelfidardo 22, ore 15-19). Ci sono ancora biglietti nel pomeriggio del 1° gennaio per salire sul grattacielo Intesa Sanpaolo e ammirare l'Adorazione dei Pastori di Juan Bautista Maíno, oltre che il panorama di Torino (ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria qui).

La Magia a Teatro
Nel clima di Feste di Fine Anno all'insegna della magia, ci sta anche il pomeriggio a Teatro offerto dalla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, in corso Galileo Ferraris 266. The Magic Brothers è in prima nazionale dal 26 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, con spettacolo alle ore 17.30 per il giorno di Capodanno. Il mago Luca Bono, reduce dal successo ottenuto lo scorso anno con L'illusionista, torna e si confronta con il collega Francesco Scimemi t ttra tecniche, stili e interpretazioni dell'illusionismo, in un mix di gag esilaranti, magie imprevedibili e sorprese che incantano il pubblico; a fare da trait d'union tra i due maghi, Sabrina Iannece, già assistente di Bono lo scorso anno e qui di nuovo protagonista, per dimostrare che le assistenti dei maghi non sono solo belle silenziose e decorative. Lo spettacolo è adatto a un pubblico familiare e farà felici i bambini, per un Capodanno diverso. Biglietti in vendita online su www.casateatroragazzi.it o www.lucabono.com, oppure alla cassa del Teatro.

Capodanno fuori porta 
Se volete una breve gita fuori porta, per un Capodanno alpino, alcune proposte dalle Valli della provincia di Torino A Fenestrelle, Ballinquota, propone danze folkloristiche da provare e concerti dal vivo; info e prenotazioni tel 339 1809537 o email info@pracatinatbm.it; a Sestriere, tradizionale fiaccolata sulle piste da sci e fuochi artificiali nella notte di San Silvestro. A Ceresole Reale, nella valle dell'Orco, il pomeriggio di Capodanno propone un'escursione con racchette adatta a tutti, per scoprire il Parco Nazionale del Gran Paradiso nella sua versione invernale, al termine della quale ci sarà una merenda tradizionale; l'appuntamento è alle ore 14.15. Info e prenotazioni info@naturalmeneinvacanza.it o tel 347.5959138 (sms, wathsapp).


Nessun commento:

Posta un commento