Appuntamenti   Eventi   Luoghi   Made in TO   Progetti   Storie          Chi sono  Contatti   

venerdì 2 dicembre 2016

Giugiaro e il suo percorso, un'epopea italiana al Museo dell'Automobile

Al Museo Nazionale dell'Automobile, è in corso una mostra che può essere considerata un vero e proprio evento culturale, un omaggio a una delle eccellenze della Torino più legata all'automobile. Giugiaro e il suo percorso, aperta fino al 26 febbraio 2017, ripercorre il cammino del celebre designer dai suoi esordi, nella sua Garessio natale, incoraggiato dal padre, fino alla fondazione dell'Italdesign e alla creazione delle sue auto più famose. In mostra ci sono le prime prove di un giovanissimo Giorgetto, appassionatosi al disegno sin da bambino, grazie al padre Mario, i primi bozzetti dei suoi anni a Garessio, fino al trasferimento a Torino. Poi, dopo la formazione scolastica, le caricature dei personaggi famosi e le prime manifestazioni di interesse per i modelli automobilistici. Eravamo a metà degli anni '50 e quei disegni attirarono l'attenzione di Dante Giacosa, direttore tecnico della Fiat. Di lì l'apprendistato nell'orbita Fiat e, finalmente, l'Italdesign, la società formata con l'amico tecnologo Aldo Mantovani e diventata in pochi anni uno dei gioielli del design automobilistico italiano, capace di sedurre tutto il mondo, per la sapiente e spesso audace mescolanza di cultura artistica e rigore ingegneristico. Creatività, arte e rigore, che sono poi alla base del design italiano apprezzato nel mondo.


La visita alla mostra è come un viaggio non solo nella straordinaria epopea di un ragazzo di provincia diventato uno dei più importanti designer del mondo, ma anche nel cambiamento del gusto in questi decenni, nei simboli che quel cambiamento hanno accompagnato. È anche un viaggio appassionante e un po' malinconico in un'Italia che individuava i propri talenti, investiva su di essi, li incoraggiava e li aiutava a evolversi, invece di indicare loro la porta dell'estero. Sarebbe possibile una storia così entusiasmante come quella di Giugiaro nell'Italia di oggi? C'è ancora spazio per i ragazzi appena usciti dalla scuola nelle grandi fabbriche? È del tutto sbagliata l'impressione che un ragazzo di talento deve avere tanta, moltissima fortuna, per non finire a fare qualche stage gratuito, nel rapido turnover voluto dalle imprese per continuare a non investire e a sottopagare il proprio personale, e deve avere molta fiducia in se stesso per continuare a crederci, sbattere la porta e andarsene in Germania o in Gran Bretagna? Domande, che questa mostra fa frullare per la testa.


Poi ci sono le interviste che Giorgetto Giugiario ha rilasciato in questi giorni. In una dice una cosa curiosa e interessante, ricordando che alla base del suo lavoro c'è la matematica: "E' la base da cui sono partito per realizzare tutte le mie auto. Lo schizzo è l'idea, poi però devo darle una forma con le misure: devo sapere dove metto il volante, il motore, il sedile. Per la Panda non mi hanno dato nemmeno uno schizzo: l'ho inventata e lo stesso è successo per la Golf, presentata al Salone di Torino nel 1974. Prima sono andato in Germania alla sede della Volkswagen e mi sono trovato davanti 40 ingegneri e uno schema: volevano fare concorrenza alla Fiat 128, così ho dovuto fare i conti per contenere i costi. Certo, c'erano l'aspetto estetico, che deve conquistare il cliente, e quello ingegneristico. Ma prima di tutto venivano i calcoli, dunque ancora la matematica". Magari non è la prima cosa che viene in mente, ma è buono a sapersi, passeggiando tra i modelli che hanno segnato un'epoca, la Ferrari GG50, la Maserati Ghibli, la Panda, l'Alfa 2600, la berlina della Bugatti, fino alla DeLorean, immortalata da Ritorno al futuro, già opera dell'Italdesign di Fabrizio, il figlio di Giorgetto, che continua la tradizione patern.

Giugiaro e il suo percorso è al Museo Nazionale dell'Automobile, in corso unità d'Italia 40, fino al 26 febbraio 2017. L'orario di apertura della mostra segue quello del Museo: lunedì ore 10-14, martedì pre 14-19, mercoledì, giovedì, domenica ore 10-19, venerdì, sabato ore 10-21. Il biglietto alla mostra e al Museo costa 12 euro, ridotto 8 euro (over 65, 6-14 anni), gratuito per under 6 e possessori delle tessere Abbonamento Musei Torino Piemonte e Torino + Piemonte Card. Tutte le info sul sito web del Museo. Le foto sono di Andrea Guermani.


giovedì 1 dicembre 2016

Il Gusto del Natale al Borgo Medievale, tra food e artigianato

Anche il Borgo Medievale celebra l'imminenza del Natale, con due belle iniziative, che riuniscono tutta la famiglia. Lo fa, soprattutto, dopo aver superato giornate molto difficili, a causa dell'alluvione del 24 novembre: la piena del Po ha costretto alla chiusura per alcuni giorni, per conteggiare i danni e ripulire i cortili dal fango. Ed è bello che la ripartenza coincida con queste feste di fine anno, che portano sempre un certo sentimento di ottimismo e speranza.


L'8 dicembre 2017, sarà inaugurato il tradizionale presepe di Emanuele Luzzati: torneranno nelle vie del Borgo le figure in legno dipinte che raffigurano i personaggi della tradizione natalizia e che rimarranno per tutta la durata delle Feste, dando così un'atmosfera incantata al paesaggio medievale. Nel lungo Ponte dell'Immacolata ci sarà anche il Gusto del Natale, che, alla sua seconda edizione, proporrà il meglio dell'enogastronomia e dell'artigianato, con la presenza di tanti stand che offriranno nuove idee regalo. E non solo, accanto agli espositori ci saranno infatti tante iniziative, showcooking, laboratori, incontri; torna anche uno degli appuntamenti più belli dello scorso anno, #NatiperSoffriggere, il progetto food refugee che permette di scoprire le ricette degli chef rifugiati di India, Afghanistan, Nigeria e Ghana, assaggiarle e votarle; a inaugurar questa sezione del Gusto di Natale, ci sarà Luciana Littizzetto, l'8 dicembre alle ore 17. Poi, tra stand ed espositori, potrete scoprire la cucina di strada dell'Antica Focacceria di San Francesco di Palermo, le birre artigianali del Belgio, i cosmetici di Luvae Cosmetics, a base d'uva delle Langhe, il cioccolato belga in bottiglia di Chocolate in a bottle. Davvero tante proposte, riunite insieme dallo Chef Kumalé, il giornalista Vittorio Castellani, che ha fatto del food senza confini la chiave di volta del suo mestiere.

Ecco il programma della quattro giorni al Borgo Medievale, l'orario di apertura è tutti giorni 10-19, tutte le attività sono a ingresso libero, per tutte le info c'è il sito ufficiale, www.ilgustodelnatale.it.

8 dicembre 2016
dalle ore 15
esibizioni itineranti degli artisti circensi di Cirko Vertigo
ore 15
cooking show dello chef Riccardo Ferrero del ristorante Camilla's Kitchen
Sala Ozegna
ore 16
esibizione del coro VociInNote
Salone S. Giorgio
ore 16.30
Presentazione del calendario 2017 Questa è la mia casa della Coopartiva Animazione Valdocco
ore 17.30
cooking show con i cuochi di #NatiPerSoffriggere
Fried Rice: il riso saltato delle feste by Happiness Ehizokhale (Nigeria)
Special guest: Luciana Littizzetto
Sala Ozegna

9 dicembre 2016
ore 12
cooking show con la Scuola di cucina Il Melograno
Finger food natalizi: piccole preparazioni dai profumi e dai colori del Natale per iniziare i festeggiamenti stuzzicando
Sala Ozegna
ore 14-17
Torneo di calciobalilla a cura di MXC Matti per il Calciobalilla
Terrazza ristorante
ore 15
cooking show con la cake designer Liliam “Buffet” Altuntas
Il Naked Cake di Natale in versione brasiliana
Sala Ozegna
ore 16
musica classica natalizia con il Trio Madir
Salone S. Giorgio
ore 17
cooking show con i cuochi di #NatiPerSoffriggere
Biryani: riso basmati saltato al curry e frutta secca by Navjot Kaur (Punjab-India)
Special guest: Luca Morino dei Mau Mau
Sala Ozegna

10 dicembre 2016
ore 12
cooking show con la Scuola di cucina Il Melograno
Declinazioni dolci e salate del panettone: idee sfiziose per utilizzare il panettone come ingrediente di ricette salate e dolci
Sala Ozegna
ore 15
cooking show con lo chef Nicola Batavia del ristorante Birichin
Sala Ozegna
ore 16
canti natalizi a cura dell'Associazione Cori Piemontesi
Salone S. Giorgio
ore 17
cooking show con i cuochi di #NatiPerSoffriggere
Thiadouran: stufato in salsa di arachidi by Sulayman Cessay (Ghana)
Sala Ozegna

11 dicembre 2016
ore 12
cooking show con la Scuola di cucina Il Melograno
Il dolce di Natale: una "cascata di stelle" per la festa più magica dell'anno: biscuit al cioccolato con crema di marroni e decorazioni di panna montata
Sala Ozegna
ore 15
cooking show con Vittorio Castellani aka Chef Kumalé
Il menù di Natale con le ricette di Chef Kumalé
Sala Ozegna
ore 16
Canti natalizi a cura dell'Associazione Cori Piemontesi
Salone S. Giorgio
ore 17
cooking show con i cuochi di #NatiPerSoffriggere
Ghabeli polo: il piatto ricco delle feste by Zahara Nabizade (Afghanistan)
Sala Ozegna


mercoledì 30 novembre 2016

Un Natale coi fiocchi 2016: il programma e gli eventi

Saranno la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini e il sindaco di Torino Chiara Appendino a inaugurare il Natale torinese, con l'accensione dell'Albero di Natale di piazza Castello, domani sera, 1° dicembre 2016, alle ore 18. Mi piace molto che quest'inaugurazione tocchi a Boldrini e Appendino, a due donne, mi piace soprattutto in questi giorni di polemica, di aggressioni e di attacchi: due donne di provenienza politica diversa, di diverse esperienze di vita, insieme, per l'inizio del Natale. E' un bel messaggio.


L'accensione dell'Albero di Natale dà il via ufficiale a tutte le manifestazioni di questo periodo, riunite sotto il nome Un Natale coi fiocchi. Concerti, mercatini, piste di pattinaggio, momenti per i bambini, il Natale coi fiocchi si presenta ricco di iniziative nei vari quartieri di Torino. Qualche esempio? Il 3 dicembre, dalle ore 15, in piazza Santa Rita, i bambini potranno scrivere una Letterina a Babbo Natale, domenica 4 dicembre potranno giocare a Memory al Parco Ruffini e in piazza Carlo Alberto, l'11 dicembre ci sarà per loro un'esibizione di Babbi Natale in piazza Statuto, dalle ore 15; per tutto il periodo prenatalizio, in varie sedi cittadine, dal Parco della Tesoriera a piazza Castello al Parco Dora (il Centro Commerciale, non il Parco vero e proprio), ci saranno molte occasioni per giocare ai Grandi Giochi, i classici giochi da tavola.

L'appuntamento con i cori inizierà il 3 dicembre alle ore 21, in piazza Statuto, con il Joy Gospel Choir e continuerà poi tutti i venerdì di dicembre, con concerti in varie piazze del centro, in corso Marconi e in corso Tazzoli, per concludersi il 3 gennaio 2017 nel Duomo, con il Rossana Casale Jazz Quintet.


Numerosi anche i Mercati di Natale, in giro per la città. C'è il tradizionale mercatino di Borgo Dora, aperto dal 2 al 23 dicembre 2016, che proporrà non solo oggetti artigianali, ma anche i prodotti dell'enogastronomia nazionale e internazionale. La novità sono i mercatini tematici proposti in varie location cittadine: in piazza Castello (1 dicembre 2016-6 gennaio 2017) e in piazza Carlo Felice (1 dicembre 2016-1 gennaio 2017), un mercatino tradizionale, con le tipiche casette di legno e i prodotti artigianali tipici di questo periodo; in corso Marconi (1-20 dicembre 2016) e in piazza Santa Rita (1-23 dicembre 2016), i mercatini avranno vari appuntamenti tematici, dallo street food, italiano e internazionale, al Cioccolato (12-20 dicembre), con i prodotti piemontesi più noti e più amati,a cominciare da gianduiotti, cuneesi e tartufi; in piazza Statuto (5-23 dicembre 2016), il mercatino ospiterà stand di artigianato e street food. Non dimenticate il Mercato di Natale di Campagna Amica (4 dicembre, 8 dicembre, 6 gennaio, piazza Palazzo di Città; 18 dicembre, piazza Solferino; 20 e 22 dicembre, via Fratelli Mittone, 22 dicembre, piazza Bodoni, 23 dicembre, Giardini La Marmora, via Cernaia), né il Mercatino tematico Eccellenza Artigiana di Confartigianato, dal 16 al 18 dicembre in piazza Palazzo di Città.

Il 1° dicembre saranno inaugurate anche le due piste di pattinaggio più amate. In piazza Carlo Alberto, la pista rimarrà aperta fino al 15 gennaio e l'ingresso costerà 8 euro più l'eventuale noleggio dei pattini (orario di apertura 10-20 da lunedì a venerdì e 10-23 il sabato e la domenica); al Parco Dora, ancora una volta nel Centro Commerciale omonimo di via Livorno e non nel Parco adiacente, ci sarà il Christmas Village, che ospiterà la Casa di Babbo Natale, con gli elfi e lo stesso Babbo Natale, un piccolo mercatino natalizio e la tradizionale pista di pattinaggio, aperta dal 1° fino al 23 dicembre, con lo stesso orario e gli stessi prezzi della pista di piazza Carlo Alberto. Ci saranno poi concerti, laboratori, eventi collaterali ai mercatini, tante iniziative che trovate nel programma completo di Un Natale coi fiocchi, sul sito www.nataleatorino.it.


martedì 29 novembre 2016

Il ritratto dal Settecento a oggi, negli incontri della Pinacoteca Albertina

E' in corso alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, questo bel ciclo di incontri dedicato al ritratto, dal Settecento a oggi e studiato grazie alla collaborazione della Pinacoteca con il servizio di Valorizzazione del Patrimonio Artistico e Storico del Museo e della Residenza Sabauda del Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea. Gli incontri si tengono al giovedì, fino al 19 gennaio 2017, nella Sala Azzurra della Pinacoteca Albertina, dalle ore 16.30 alle ore 18, e sono a ingresso gratuito.

Per informazioni, telefono 011 9565246, email a.giorda@castellodirivoli.org. Il calendario è il seguente:

1 dicembre 2016
Il Settecento. Decori e dignità, diademi e corone. Pittori a corte.

22 dicembre 2016
Spalla, Bagetti e Bonzanigo. Il mondo nuovo si ritrae.

12 gennaio 2017
L'Accademia tra Torino e Bangkok.

19 gennaio 2017
Il ritratto oggi. Dalla tela ai selfie.


lunedì 28 novembre 2016

Ponte dell'Immacolata a Torino: cosa fare e dove andare l'8 dicembre

Il Ponte dell'Immacolata quest'anno va dall'8 all'11 dicembre 2016: 4 giorni per scoprire e godere il capoluogo sabaudo in tutto il suo fascino ormai invernale.

Siamo in un clima ormai natalizio, dunque, non dimenticate che tutte le sere, si accendono le Luci d'Artista, le luminarie che contribuiscono all'atmosfera di questo periodo e che potete ammirare anche dal CitySightseeing; in tutti e quattro giorni del Ponte, alle ore 17.30, con partenza da piazza Castello angolo via Po, Lights on the bus permetterà di vedere le Luci d'Artista da prospettive insolite (biglietto 12 euro, ridotto 10 euro con la Contemporary Card, 6 euro per 5-15 anni, gratis fino a 4 anni). Somewhere propone di scoprire le Luci d'artista a bordo di un autobus cabrio, in un percorso che mescola le Luci d'Artista alla Torino Magica, tra suggestioni e curiosità (8 e 10 dicembre, dalle ore 18, 25 euro a testa, info somewhere.it/

Clima natalizio anche in piazza d'Armi: il Sogno di Natale ricostruisce il villaggio di Babbo Natale, con l'Ufficio Postale, la Camera di Babbo Natale, lo Spazio delle Renne, e poi, gli stand dello street food e tanti spettacoli circensi e acrobatici (il calendario completo, giorno per giorno è su www.ilsognodelnatale.it). Il tradizionale mercatino di Natale è ancora una volta a Borgo Dora, nel Cortile del Maglio: idee regalo, decorazioni natalizie, proposte italiane e internazionali anche per la buona tavola, trovate davvero di tutto (l'orario di apertura è dalle ore 12 alle 19 nei giorni feriali e dalle ore 10 alle ore 20 il sabato e festivi; il mercatino sarà aperto dal 2 al 23 dicembre 2016); l'11 dicembre, il Mercato di Natale sarà affiancato dal Gran Balon in Christmas, nelle vie di Borgo Dora.

Un Natale con i Fiocchi
proporrà le sue prime iniziative proprio in questo lungo weekend di festa; l'8 dicembre, al Borgo Medievale, alle ore 16, verrà inaugurato il Presepe di Emanuele Luttazzi; alle ore 19 inizieranno i concerti di Musica Sacra, nella Chiesa Madonna delle Rose (via Madonna delle Rose angolo corso Unione Sovietica). Ci saranno poi concerti, giochi per i bambini, mercatini in varie parti della città (anche in piazza Castello, corso Marconi, piazza Statuto), piste di pattinaggio in piazza Carlo Alberto e al Parco Dora (nel centro commerciale). Il programma completo di Un Natale coi fiocchi è, in .pdf, sul sito ufficiale della manifestazione.

Al Borgo Medievale, nel Parco del Valentino, per tutto il Ponte dell'Immacolata, il Gusto del Natale proporrà le eccellenze dei Maestri del Gusto e le Eccellenze Artigiane, che faranno scoprire i valori e i gusti più autentici del Natale, in modo gioioso e festoso; la manifestazione, infatti, coinvolgerà i saloni, le corti e i portici del Borgo.

Le magie e le storie inquietanti sono al centro delle due visite guidate organizzate da Barburin nei giorni del Ponte. Il 9 dicembre, alle ore 21.30, si andrà alla scoperta del Mistero dei Templari a Torino, il 10 dicembre, alla stessa ora, saranno protagoniste le Streghe a Torino. Per informazioni e prenotazioni, email turismo@barburin.com, numero di telefono 011 853670. Visite guidate anche con Somewhere, che per questi giorni propone Torino Sotteranea - Speciale Ponte 8 dicembre (9 dicembre, ore 20, e 10 dicembre, ore 15, 28 euro, info e prenotazioni somewhere.it), Torino, l'Egitto e la Magia - Speciale Ponte 8 dicembre, per scoprire il legame tra Torino e l'Antico Egitto (8 dicembre, ore 17 e 19, 10 euro a persona, da aggiungere al prezzo del biglietto al Museo, info e prenotazioni su somewhere.it), Una fiaba da Re a Palazzo Reale - Speciale 8 dicembre, tour per le famiglie, per entrare nel magico mondo delle davole, con principesse, regine e cavalieri (8 dicembre, ore 15, 8 euro a persona, da aggiungere al biglietto d'ingresso ai Musei Reali).

Nella Palazzina di Caccia di Stupinigi, il Natale è Reale: dal 2 all'11 dicembre 2017, mercatino di artigianato ed eccellenze alimentari, la Corte del Gusto per pranzi, deliziose merende, brunch e apericene, la Casa di Babbo Natale con tanti laboratori per i più piccoli, gli spettacoli per famiglie nel Salone dei Camini della Citroniera di Levante; davvero tantissime attività, nei magici spazi juvarriani. Tutte le info, con le prevendite degli spettacoli, su www.natalereale.it.

Se amate la cultura, tutti i più importanti Musei torinesi saranno aperti. E potrete visitare anche le più belle mostre in corso in città, alcune veri e propri eventi culturali. Toulouse-Lautrec. La Belle Epoque (Palazzo Chiablese, piazzetta Reale 1, Giugiaro e il suo percorso (Museo dell'Automobile, corso Unità d'Italia 40), Carlo Pittara e la scuola di Rivara (Museo Accorsi, via Po 55), La passione di Carol Rama e TuttoBalla (GAM, via Magenta 31), In prima linea e Lo scrigno del Cardinale. Guala Bicchieri collezionista di arte gotica tra Vercelli, Limoges, Parigi e Londra (Palazzo Madama, piazza Castello). Wael Shawky è protagonista di ben due mostre, alla Fondazione Merz (via Limone 24) c'è Wael Shawky. Al Araba Al Madfuna, al Castello di Rivoli, Wael Shawky. Da CAMERA (via delle Rosine 18), c'è Around Ai Weiwei – Photographs 1983-2016. Da non perdere neanche le mostre in corso alla Reggia di Venaria Brueghel. Capolavori dell'arte fiamminga e Meraviglie degli zar; tutte le info su http://www.lavenaria.it.

Il post è in progress e sarà aggiornato mano a mano.