Eventi    Luoghi   Made in TO   Progetti   Storie   In viaggio               Chi sono  Contatti

giovedì 5 maggio 2016

Palazzo Reale apre l'Appartamento della Regina Elena

I Musei Reali continuano a proporre iniziative intelligenti e interessanti per far conoscere ai torinesi e ai turisti i gioielli che conservano. Dopo le Cucine Reali, aperte al pubblico a marzo e ad aprile, a Palazzo Reale tocca all'appartamento della Regina Elena, che potrà essere visitato tutti i weekend, fino a 26 giugno [aggiornamento: sarà aperto tutti i sabato di luglio 2016] , ancora una volta grazie alla collaborazione degli Amici di Palazzo Reale. Sono dieci stanze, al piano terra dell'edificio, volute da Vittorio Amedeo II per le figlie; per le giovani principesse, furono decorate da Bartolomeo Guidobono e da Daniel Seiter, che firmò la bella volta dedicata ai Quattro Elementi, nella Sala di Parata.


Nella seconda metà del XVIII secolo, un nuovo interventò dotò questi appartamenti di un terrazzo a gradinate affacciato sui Giardini Reali: Ignazio Birago di Borgaro ristrutturò così gli spazi, destinati questa volta a Madama Felicita, sorella di Vittorio Amedeo III. Poi, nei secoli successivi, passarono per queste sale anche il Governatore di Torino nell'epoca napoleonica, l'imperatrice Alessandra di Russia, vedova dello zar Nicola I, la Duchessa d'Aosta Maria Letizia. Fino al 1896, quando le abitò Elena di Savoia, moglie di Vittorio Emanuele III e fu la loro ultima signora sabauda; di particolare interesse, in questa fase degli appartamenti, è il raffinatissimo bagno, che ha un aspetto borghese e ormai moderno.


Le stanze della Regina Elena sono aperte da questo weekend, dal 6 maggio al 26 giugno 2016, dal venerdì alla domenica [aggiornamento, saranno aperte tutti i sabato di luglio con gli stessi orari e agli stessi prezzi]. Gli orari di visita sono ore 10, 11, 12, 15, 16, 17; le visite sono guidate dall'Associazione Amici di Palazzo Reale e rientrano nell'ambito di A Palazzo c’è di più, programma che offre al pubblico l'opportunità di scoprire ambienti solitamente chiusi al pubblico. Il biglietto intero costa 4 euro, ridotto 2 euro (gratuito per i possessori della tessera Abbonamento Musei).


Nessun commento:

Posta un commento