giovedì 15 maggio 2014

Oltre 100 itinerari del Grand Tour per scoprire Torino e il Piemonte

Dal 24 maggio al 22 novembre 2014, oltre 100 itinerari tra Torino e il Piemonte offriranno uno squarcio inedito su cultura, natura, architetture, innovazioni e tradizioni del territorio. L'8° edizione del Grand Tour si presenta rinnovata al 50%, con ben 40 nuovi itinerari per scoprire il capoluogo piemontese e la sua regione. Rinnovata l'offerta, si ampliano anche i periodi di visita: si sono aggiunti gli orari serali, per favorire chi lavora e non vuole perdersi la possibilità di conoscere meglio il proprio territorio, si sono aggiunte date estive, molto richieste da chi rimane in città. 
Le novità del Grand Tour sono tante e tutte interessanti. Nei nuovi itinerari torinesi sono da segnalare la scoperta dei cortili nascosti dietro i portoni dei palazzi patrizi, la valorizzazione dell'architettura moderna e dei grandi cambiamenti urbanistici, con passeggiate ad hoc lungo la Dora e la Spina Centrale, la curiosità per il liberty, che si scopre non solo nelle tradizionali Cit Turin o San Salvario, ma anche in Barriera di Milano, la passione per la street art, che avrà un itinerario dedicato nei giorni di Paratissima, in autunno. Rimangono alcuni degli itinerari tradizionali del Grand Tour, come la Torino Romana e quella Medievale, la Torino della letteratura e dei caffè storici. Si può dire che non c'è giorno della settimana, fino a novembre, che Torino non sveli un dettaglio inedito dei suoi mille volti, attraverso questi itinerari.
In Piemonte ci sarà la possibilità di visitare parchi, miniere, antiche residenze, valli che conservano antiche attività, le sedi delle prime industrializzazioni. In calendario, il Parco Burcina e l'Oasi Zegna, nel Biellese, il Parco Fluviale dello Scrivia, le passeggiate sul Monviso o sui Sacri Monti, la scoperta dell'antica arte della ceramica a Mondovì e della lana nella Valle Cervo, le miniere del talco della Garidda, la Valle Stura, alla scoperta della pastorizia e della pecora sambucana, tipica della zona. Tra gli itinerari nuovi, anche la Chieri celtica, romana e medievale, I paesaggi di Vercelli tra arte e riso, gli Antichi mestieri e natura sul lago di Viverone.
Molti percorsi sono studiati anche per i più piccoli: sono itinerari per adulti, ma con modalità che possono incuriosire anche i bambini. Per esempio la Torino rinascimentale e il liberty di San Salvario saranno scoperti come una caccia al tesoro ed è facile immaginare che i più piccoli saranno attivissimi; nella chiesa dell'Immacolata Concezione di via Arsenale saranno organizzati anche i disegni degli interni. 
Ci sono anche itinerari avventurosi per i più sportivi: la discesa easy rafting sul gommone in provincia di Vercelli, il percorso in bici sul sentiero della poiana a Rocchetta Tanaro, la passeggiata nell'antica riserva reale di caccia dei Savoia sulle Alpi Marittime. 
Ce n'è davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze, grazie alla collaborazione di decine di associazioni culturali e sportive presenti sul territorio. 
Gli itinerari sono tutti a pagamento: dai 5 ai 10 euro gli itinerari a piedi (il prezzo più diffuso è 7 euro), dai 12 ai 25 euro quelli in autobus nell'area metropolitana e nella regione. I biglietti d'ingresso ai Musei o ai siti sono a parte: chi possiede l'Abbonamento Musei ha l'ingresso libero, nel caso il sito sia inserito nel circuito. 
Le prenotazioni e i pagamenti vanno effettuati dal 15 maggio (per gli itinerari dal 24 maggio al 31 agosto) e dal 15 luglio (per i percorsi autunnali); si può prenotare al numero verde 800.329.329, dalle 9 alle 18 tutti i giorni o all'InfoPimoente-TorinoCultura di via Garibaldi 2, a Torino, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 18. Le prenotazioni e i pagamenti possono effettuarsi anche online, nel sito web www.piemonteitalia.eu (è facile e intuitivo nell'uso: richiede l'iscrizione, permette di aggiungere al carrello tutti gli itinerari che si vogliono acquistare e invia un'email di conferma dell'avvenuto pagamento). 
C'è un solo evento gratuito, organizzato il 21 giugno, in occasione dell'inizio dell'estate e della Festa della Musica; da piazza Castello, alle 17, partirà un itinerario che offrirà un viaggio nel tempo nella Torino della musica, toccando il Teatro Regio, la Galleria Subalpina, la chiesa di San Lorenzo, il Duomo e numerosi altri luoghi che videro musicisti, artisti, prime e strumenti, per terminare poi nel Quadrilatero, con intrattenimenti musicali in programma per tutta la serata. 
Tutte le info sugli itinerari, con i calendari e le schede, su www.piemonteitalia.eu; alla stessa pagina potete scaricarvi la guida degli itinerari, in .pdf.



Nessun commento:

Posta un commento