domenica 3 agosto 2014

Il Treno a Velocità Bassa dei Maratuonati: di corsa da Torino a Venezia

Sotto il cielo plumbeo di questa curiosa estate torinese, si sono trovati in piazza Castello alle 9 e sono partiti in una ventina, chi in bicicletta e chi a piedi. Destinazione: Venezia, da raggiungere il 23 agosto, con venti tappe, per una media di 20-25 km al giorno. La tappa più lunga è la penultima, da Pettorazza a Chioggia, 34 km; la più corta è 17 km.

Si sono definiti Maratuonati, perché ci vuole un pizzico di follia per passarsi le ferie di corsa o in bicicletta, attraverso la Pianura Padana. Sono persone di ogni età, che si sono conosciute attraverso la comune passione per la corsa e che in un giorno d'inverno si sono inventati quest'idea, un po' folle e un po' avventurosa, di raggiungere Venezia con mezzi non convenzionali. "Dovevamo aver mangiato troppo e digerito male, quel giorno!" scherza Barbara, una delle animatrici del progetto, pochi minuti prima della partenza. Tra di loro c'è anche un bambino, che assicura la propria partecipazione con convinzione.

Per organizzare il viaggio ci sono voluti mesi di incontri, cene, dubbi, determinazione. C'è stato anche il tempo di presentarsi alle reti sociali, con un blog e con una pagina Facebook. Nel blog si legge il manifesto di questa Torino-Venezia di corsa: "La nostra passione ci ha portato a coltivare un'idea, prima appena abbozzata poi cresciuta sempre più. Abbiamo pensato a un'impresa sostenibile da tutti, che ci portasse a ritrovare il contatto con le distanze, il tempo e il territorio. Il progetto intende proporre l'idea di un convoglio umano, cioè un insieme di persone che puntano a condividere un'esperienza di conoscenza e di condivisione della strada. Convoglio, convogliare, dal francese convoyer, che significa trasmettere, trasformazione dal latino conviare, letteralmente 'viaggiare con', 'fare la strada insieme'. Nelle parole c'è già tutto il senso delle cose. E' proprio questo che vogliamo proporre: fare una strada insieme e trasmettere, cioè comunicare l’esperienza vissuta, mentre insieme convogliamo i nostri sforzi, cioè ci dirigiamo, lungo un tragitto e verso un punto. Ma ogni treno ha un nome, un punto di partenza, un punto di arrivo, degli orari e delle corse. Il nostro treno si chiama TVB - Treno a Velocità Bassa, parte da Torino e arriva a Venezia. Da piazza Castello a piazza San Marco. E' un treno che ha molte fermate, una ventina, e molte corse ogni giorno, tutte con lo stesso orario di partenza ma tempi diversi di percorrenza. Un solo orario di partenza ogni giorno, molti orari di arrivo: un orario per ogni passeggero. Questo è ciò che intendiamo per convoglio umano."

Durante il viaggio, i partecipanti pernotteranno in palestre, parrocchie e centri messi a disposizione dai vari Comuni contattati: "Abbiamo trovato una disponibilità che non ci immaginavamo" racconta Barbara "il Comune di Chioggia ci ha dato il suo patrocinio e ha organizzato una Notte Bianca dello Sport,  per la nostra presenza. Non sappiamo ancora bene in cosa consisterà, locali e negozi aperti a parte, ma ci piace molto quest'idea. Ci hanno aiutato in tanti a organizzare questo viaggio e non ce lo aspettavamo".

L'ultimo post del blog, prima della partenza, ringrazia un po' tutti quelli che hanno aiutato nell'organizzazione nel viaggio ed espone al pubblico disgusto il Comune di Venezia, l'unico, tra quelli contattati, che non ha messo a disposizione uno spazio per il pernottamento, e Trenitalia, che non sa ancora mettersi a disposizione dei ciclisti e che ha un sistema di consultazione degli orari dei treni, nel sito online, piuttosto complicato (cari Maratuonati, non siete gli unici che ricorrono al sito di Deutsche Bahn per sapere come muoversi in Italia, al di là delle Frecce!)

Il cielo non promette niente di buono, ma l'atmosfera è festosa e divertita, con un po' di nervosismo e di comprensibile autocompiacimento per l'impresa. Sono arrivati anche gli amici che non partiranno, per animare i partecipanti, già pronti con le loro magliette grigie, nere e bianche, con i loro zaini, perfettamente organizzati per questi giorni d'avventura. Alle 10 il convoglio si muove verso via Po.

Per chi rimane l'appuntamento è sul blog: gli organizzatissimi Maratuonati hanno anche una web-tv, la TV-B (che gioca con le iniziali del Treno a Velocità Bassa), da cui tutte le sere alle 19, offriranno le news dalla tappa appena completata. Se siete curiosi, al link potete già trovare il video della partenza da piazza Castello.


2 commenti:

  1. Ciao! Il nostro viaggio continua, oggi siamo a Pizzighettone (CR). I km percorsi sono già tanti ma ce ne aspettano ancora molti...e lci sta piacendo tantissimo. Barbara.

    RispondiElimina
  2. Bene, sarà un'esperienza comunque indimenticabile! felice che vi piaccia, ormai siete agli ultimi giorni di corsa e Venezia non è lontana! ;)

    RispondiElimina