mercoledì 21 gennaio 2015

Verso il Salone del Libro 2015: le Meraviglie d'Italia, la Germania, il Lazio

Prime indicazioni sul Salone del Libro 2015, dal 14 al 18 maggio al Lingotto Fiere di Torino. Il filo conduttore saranno le Meraviglie d'Italia, il Paese ospite sarà la Germania, la Regione ospite sarà il Lazio. A quattro mesi dalla kermesse tutto è ancora in fieri e i programmi sono delineati a grandi linee, ma non c'è un tema, tra quelli proposti, che non susciti curiosità.
Approfittando dell'Expo di Milano, il Salone torinese volge lo sguardo verso l'Italia. Per secoli, ha ricordato il Presidente della Fondazione del Libro Rolando Picchioni, l'Italia ha ispirato l'Occidente, fornendogli matrici culturali e bussola: architettura, paesaggio, moda, cinema, design, arte, musica, non c'è campo del sapere e della cultura che non abbia parlato italiano. Il Grand Tour in Italia completava la formazione della futura dirigenza di buona parte dell'Europa del Nord. E' il caso che questo Grand Tour sia adesso intrapreso dagli italiani, per riscoprirsi e analizzarsi, per ritrovare nel loro grande patrimonio, l'identità e la spinta per superare la crisi economica. E' l'invito del Salone del Libro, che si affida per questo a divulgatori e studiosi come Andrea Carandini, Flavio Caroli o Philippe Daverio.

La Germania si presenterà con uno stand interattivo, ancora tutto in progress, e con un impegno, l'intensificazione dei rapporti culturali con l'Italia. La Buchmesse di Francoforte è la più importante fiera editoriale del mondo, il Salone del Libro è la più importante fiera editoriale italiana, Torino incontra Berlino per tutto il 2015, ovvio il desiderio dei tedeschi di fare bene e di presentarsi al meglio. Hanno già assicurato la propria presenza 30 case editrici e 20 autori, tra cui Daniel Kehlmann, Franck Schaetzing, Lutz Seiler, le star del giornalismo teutonico Giovanni Di Lorenzo e Guenter Wallraff, le illustratrici Isabel Kreitz e Nadia Budde. Poi intellettuali, filosofi, analisti, divulgatori, autori per bambini, la Germania moderna, cosmopolita e attenta a 360°. Ci saranno anche incontri per gli addetti al settore, tedeschi e italiani, ricordando che la Germania, a differenza dell'Italia, ama leggere e il suo mercato editoriale è di nuovo in crescita, dopo la crisi degli ultimi anni.


Il Lazio si ispira al filo conduttore del Salone e presenterà Le meraviglie del Lazio, che proporranno itinerari attraverso il territorio meno conosciuto, con la valorizzazione di monumenti e piccoli musei. E' il piccolo e meno conosciuto che sembra interessare l'Assessorato alla Cultura della Regione: a Torino arriveranno anche i piccoli editori, a cui, attraverso un bando, verrà assegnato un contributo per le spese da sostenere per la partecipazione. Lo stand del Lazio promette di essere tra i più pirotecnici per iniziative e proposte: si inizia alla mattina, con la colazione per i bambini, che, nutriranno corpo e anima, attraverso le letture di racconti e libri per l'infanzia, da Pinocchio a Pippi Calzelunghe; ci saranno letture anche per gli adulti, durante l'aperitivo, che sarà offerto con prodotti rigorosamente laziali ("i vini stanno migliorando molto" ha avvertito l'Assessore alla Cultura Lidia Ravera in conferenza stampa). Si parlerà di cultura e di politiche culturali, ci sarà un concorso, Chi trova un lettore trova un tesoro, a cui potranno partecipare tutti i visitatori del Salone, lasciando la propria proposta per incentivare la lettura in un Paese in cui il 57% degli abitanti evita i libri (il premio per la proposta vincitrice è un Gran Tour del Lazio). Previsto anche un evento per i 40 anni dalla morte di Pierpaolo Pasolini, con la partecipazione di Fabrizio Gifuni. E, a proposito di anniversari, il Salone del Libro ricorderà anche i 750 anni dalla nascita di Dante e i 60 anni dall'arrivo del Goethe Institut a Torino.

Confermati i rapporti privilegiati con le scuole, attraverso iniziative come il Bookstock Village, al Salone, o Adotta uno scrittore. Ritorna, per il 14° anno, l'Ibf, l'International Book Forum, dedicato allo scambio di diritti editoriali per la traduzione e non solo, con speed date che mettono in contatto agenti letterari ed editori: attese ampie delegazioni dalla Germania e dai Paesi arabi. Book to the future, che dà spazio a ebook ed editoria digitale, presenterà per il secondo anno 10 startup internazionali che offrono prodotti innovativi nel settore editoriale.

Le iniziative, le proposte, le conferme, le novità sono davvero tante. Per seguirle tutte e rimanere aggiornati c'è il sito ufficiale del Salone del Libro, salonelibro.it



Sul Salone del Libro 2015 anche:
Verso il Salone del Libro 2015: incontri e showcooking di Casa CookBook - 12 maggio 2015
Verso il Salone del Libro 2015: la Germania, Paese ospite d'onore - 11 maggio 2015
Verso il Salone del Libro 2015:il programma del Salone Off - 8 maggio 2015
Verso il Salone del Libro 2015: queste sono le Meraviglie d'Italia - 5 maggio 2015
Verso il Salone del Libro 2015: Piemonte Paesaggi Storie e Meraviglie - 30 aprile 2015


Pubblicato su Eventi


Nessun commento:

Posta un commento