martedì 13 settembre 2016

Nella Notte degli Archivi, alla scoperta di un patrimonio sconosciuto

Gli archivi storici costituiscono un patrimonio inestimabile per la nostra storia e la nostra cultura. Il 16 settembre 2016, ci sarà a Torino la prima Notte degli Archivi in Italia, un viaggio nella memoria storica di istituzioni pubbliche e private, per scoprire questa ricchezza sconosciuta. La proposta è resa originale dall'associazione tra archivi e letteratura: in ogni sede di archivio, infatti, ci sarà uno scrittore che accoglierà il pubblico e gli racconterà le caratteristiche e le peculiarità dei documenti lì conservati.


A collegare i vari Archivi vi saranno anche due tram storici, che si muoveranno nel centro cittadino, con capolinea in piazza Castello e fermate in via Sant'Ottavio, un piazza Statuto in via Monti di Pietà e ai Giardini Reali. I due tram ospiteranno mostre fotografiche con materiale dell'Archivio GTT, mentre gli scrittori Gusi Marchetta ed Enrico Pandiani incontreranno il pubblico e dialogheranno con i rappresentanti dell'Associazione Torinese Tram Storici.

La Notte degli Archivi inizierà alle ore 19 all'Archivio Storico Garnier Valletti dell'Accademia di Agricoltura, dove l'attrice e drammaturga Valentina Diana aspetterà il pubblico.

Il programma seguirà alle ore 19.30 con Piergiorgio Odifreddi  che condurrà la serata all'Archivio Storico dell'Accademia delle Scienze; alle ore 19.30, 20.30 e 21.30 toccherà al giornalista Luca Ferrua, che racconterà l'Archivio Storico dela Compagnia di San Paolo, conservato alla Fondazione 1563 per l'Arte e la Cultura. E poi, alle ore 20.30 e 22 Giuseppe Culicchia racconterà l'Archivio Storico della Reale Mutua, mentre all'Archivio di Stato di Torino ci sarà Alessandro Perissinotto dalle ore 21.15 e Michela Murgia aspetterà il pubblico all'Archivio Storico e Museo Italgas alle ore 21.30.

La chiusura della Notte è prevista alle ore 22, all'Archivio Storico della Città di Torino, con Fabio Genovesi: è uno degli archivi comunali più importanti d'Italia e d'Europa e copre quasi mille anni di storia cittadina, dal Comune Medievale che fu Torino fino a oggi; ci sarà anche un incontro sui documenti acquisiti dall'Archivio Storico Lavazza e sarà ancora la Lavazza a offrire un coffee break.&

Il programma completo, con tutti gli archivi aperti e i giornalisti e scrittori presenti è, in pdf, su www.lanottedegliarchivi.it.


Nessun commento:

Posta un commento