martedì 2 maggio 2017

Festival della Cultura dal basso: il programma completo

Quanti saperi conserviamo nelle nostre città e quanta voglia di condividerli, viene da pensare al leggere il programma del Festival della Cultura dal Basso, dal 7 al 14 maggio 2017 tra Porta Palazzo, Borgo Aurora e Borgo Dora. Di questa manifestazione, nata da un'idea del regista Stefano Di Polito e organizzata con da Babelica, si era parlato qualche mese fa, quando è iniziata la sua organizzazione, ricordate? Essendo una festa della cultura dal basso, invitava chiunque avesse un sapere e il desiderio di condividerlo a contattare gli organizzatori; così come chiunque avesse in mente un posto sconosciuto o insolito, tra Borgo Dora, Borgo Aurora e Porta Palazzo, in cui attivare una manifestazione, poteva contattare il Festival. Da questo programma 'dal basso' è venuto fuori un Festival popolare, ricco di attività culturali, alcune delle quali decisamente insolite. Per una settimana, nelle vie e nei luoghi del quartiere si potrà davvero fare di tutto: il territorio attivato dalla cultura, così come si proponevano gli organizzatori.


Già il primo evento è tutto un programma: il 7 maggio 2017, alle ore 10.30, l'Invasione Digitale Dalla terra al cielo inaugurerà il Festival della Cultura dal Basso, con una passeggiata in Borgo Aurora, che terminerà sulla mongolfiera di Turin Eye, con 20 biglietti gratuiti; le foto scattate durante la passeggiata verranno poi esposte al Revenge Pub di via Cuneo 8 (iscrizioni su www.invasionidigitali.it); se pensate che le Invasioni Digitali sono nate affinché ognuno di noi sia promotore di cultura nel web, condividendo nei social immagini ed emozioni di monumenti e musei, si capisce l'affinità con il Festival.

Poi, dopo l'inaugurazione, saltando da un giorno all'altro, l'8 maggio, alle ore 17, nell'area pedonale Lungodora Agrigento, ci sarà una staffetta di lettura tra le mamme del quartiere, che racconteranno le fiabe nella loro lingua madre; alla stessa ora, da Urban Center, in piazza Palazzo di Città, ci sarà una visita accompagnata alla mostra Abitare in Italia, punto di partenza della passeggiata Dis|connessioni, che partirà alle ore 18 e offrirà "libere conversazioni a piedi alla scoperta di luoghi e persone, seguendo la linea dell'ex tracciato ferroviario Torino-Ceres (iscrizioni info@urbancenter.to.it); alle ore 18.30, di nuovo nell'area pedonale Lungodora Agrigento, tra il Fortino e la Biblioteca Calvino, alle ore 18.30, un "laboratorio per creare Kokedama, dai bonsai in vaso alle piante magicamente sospese a mezz'aria" (iscrizioni: innesto.torino@gmail.com). Il 9 maggio, alle ore 19, da B&B Portmantau, in via Brindisi 10, Di/visioni presenterà racconti con proiezione di illustrazioni create dal vivo, mentre alle ore 20, nel cortile di via Brindisi 19 un live acustico nella letteratura e nel movimento delle canzoni di David Bowie con Odissea nel mondo di David Bowie. Tante attività e tanti laboratori anche per i bambini e i loro genitori, tra arte, natura, letteratura e giochi; tanta partecipazione delle numerose culture che vivono nei quartieri, tanti concerti e tante letture, tanti itinerari per scoprire le attività di quartiere, i nuovi modi di abitare.

Anche domenica 14 maggio, giornata conclusiva del Festival è un calendario pirotecnico di appuntamenti e di proposte di musica, letteratura, cultura, cinema, danza, cucine; al Cortile del Maglio la giornata è tutta al femminile con le proposte della Rete al Femminile e le sue aderenti, che si confrontano su numerosi argomenti dalle ore 10 alle 16. Date un'occhiata al programma completo, su www.festivaldellaculturadalbasso.it, non rimarrete delusi dalla grande varietà di proposte culturali. E, se lezione può dare questo Festival, è sulla voglia di partecipare e di condividere di migliaia di persone. C'è speranza per il mondo.


Nessun commento:

Posta un commento