lunedì 24 luglio 2017

A settembre con MAZE, alla scoperta della cultura di strada

Un nuovo Festival per Torino, tutto dedicato alla Cultura di Strada, si tratti di musica, moda, arte. Dall'8 all'11 settembre 2017, tra il piazzale Valdo Fusi, l'ex Borsa Valori e tanti luoghi in città, MAZE, questo il titolo del Festival, proporrà esibizioni, contest, conferenze, esposizioni d'arte, sfilate, laboratori e workshop dedicati alle espressioni contemporanee della cultura urbana.


"Non solo per Streetculture lovers, Maze si rivolge a tutta la città invitandola a scoprire più da vicino l'affascinante mondo della streetculture in tutte le sue declinazioni: sfilate ed esposizioni di brand streetwear internazionali, esibizioni e battle di streetdance e breakdance, contest di skate, mostre, performance di aerosol art, workshop e laboratori" spiega il comunicato stampa, con molta anglofilia nelle parole scelte. Ci sarà un'area dedicata all'abbigliamento di strada, lo streetwear, che presenterà le nuove tendenze e conterà sui grandi marchi nazionali e internazionali, che offriranno sfilate e lanci delle proprie collezioni. Grande spazio anche per le attività e gli sport nati nei contesti urbani, con concorsi e gare di skateboard e breakdance, con tornei di streetdance e streetbasket. In programma anche performance, mostre e creazioni in diretta degli artisti di strada. Davvero un modo di raccontare le inquietudini, gli spunti e la vivacità della cultura che si muove nelle nostre strade in modo aperto e attento.

MAZE vuole essere "punto di riferimento per la streetculture non solo nazionale, ma di stampo europeo, un crocevia di tendenze ed innovazioni stilistiche fortemente proiettato verso il futuro. Un pensiero dove gusto e sperimentazione coincidono, tradizione ed innovazione si completano, dove le anime street della città danno vita a nuove, insospettabili forme". Per questo intende proporre "molte attività dinamiche, diverse e colorate, molta arte visiva e, soprattutto, molto fashion. Da sempre le diverse espressioni della cultura street (lo skateboard, la cultura hip hop, la musica e l'arte visiva ) influenzano la moda con originalità, creatività e stravaganza diventando un punto di riferimento imprescindibile anche per le maison di moda più inossidabili ( Louis Vuitton, Gucci, Prada… ) che strizzano sempre più volentieri un occhio al mondo della 'strada'" spiega ancora il comunicato stampa. Che raggiunge il primo e principale scopo: incuriosire e far sì che aspettiamo con una certa impazienza il suo arrivo. Anche perché, quale città meglio di Torino, che fu il laboratorio d'Italia, che ha praticamente inventato tutto quello che è diventato indispensabile nelle nostre vite (auto, radio, cinema, televisione, moda...), che è da sempre attenta alle sperimentazioni underground in tutti i campi, siano quello musicale o quello artistico, per immaginare e realizzare un Festival di simili obiettivi?

MAZE è un'idea dell'Associazione Interculturale Multiethnic Media, nata nel 2007 per sostenere il dialogo tra le diverse culture della società contemporanea della città ed è realizzato in collaborazione con STUDIO2fashion Events, struttura che opera da quasi trent'anni nel settore della moda internazionale.

Nessun commento:

Posta un commento