domenica 16 luglio 2017

5 posti in cui mangiare a Modena

Di nuovo In viaggio oltre Torino e sempre a Modena (qui ho raccontato il mio viaggio di giugno nella città emiliana). Dove mangiare a Modena, una delle città che insegnano a mangiare all'Italia e al mondo? Per questioni di budget e di prenotazioni (che vanno di anno in anno), si può escludere l'Osteria Francescana di Massimo Bottura, uno dei ristoranti migliori del mondo (se volete mangiare lì, ricordatevi di prenotare con molto anticipo!). Ma tra ristoranti, localini, tra street food di gusto emiliano e piatti che si muovono tra tradizione e innovazione locali, potete sbizzarrirvi. Questi sono quelli che ho provato (e amato) e che sento di consigliare.


Caffè Concerto
Il ristorante con la migliore vista della città: in Piazza Grande, dal suo dehor si mangia guardando il Duomo e la Ghirlandina e seguendo i movimenti della piazza. A pranzo, il brunch permette di servirsi liberamente, passando da salumi, pizzette, formaggi (abbinabili a marmellate varie), a insalate di farro e orzo, arrosti di carne e di pesce, gnocchi fritti, frutta, dolci vari. Ogni giorno il menu disponibile propone variazioni, per cui è possibile assaggiare ogni volta cose diverse. Con una bottiglia d'acqua compresa, il brunch costa 16 euro. Il Caffè Concerto è molto apprezzato anche per l'aperitivo.



Sosta Emiliana
In piazza XX settembre, con un piccolo dehor, è un locale delizioso, in cui è possibile assaggiare ottime tigelle, taglieri di salumi e formaggi e insalate varie di farro e di orzo, arricchite con prodotti locali. I piatti vengono preparati al momento, da un personale molto gentile e disponibile. Oltre alle tigelle, ho assaggiato una fresca insalata di farro con olive, formaggio locale e insalatine varie condite con il miele. Buonissimo. Anche qui, prezzi piuttosto contenuti per le insalate (con una bottiglia d'acqua poco più di 6 euro), le tigelle costano un po' più di 8 euro.


Well Done
In piazza Matteotti (l'ho detto, no, che sulle piazze modenesi si affacciano bar e ristoranti?), l'ho scoperto una sera che non volevo andare al ristorante e McDonald's era troppo lontano (incredibilmente, nel centro di Modena non c'è un McDonald's, il più vicino è alla stazione ferroviaria!). Well Done si promuove come un hamburgeria gourmet, che utilizza prodotti a km0 sia per le carni dell'hamburger che per le farine del pane. I panini comprendono sempre il contorno di patatine fritte o al forno. Il personale è gentile e velocissimo. A pranzo, c'è il menù burger o salad a 10 euro.


Zelmira
Per chi ha un budget decisamente superiore a quello necessario per i locali che ho segnalato sopra, Zelmira mi è stato indicato dal mio padrone di casa, Francesco. Si trova in piazzetta San Giacomo, una piccola piazza, da scoprire nel dedalo di viuzze che compongono il centro storico. Nel suo menù, piatti della tradizione locale rivisti senza tradirli: da provare le tagliatelle con il ragù! Il locale è davvero bello, i titolari sono molto disponibili e gentili, è difficile scendere sotto i 40-50 euro, ma l'antipasto, il primo e il dolce valgono il prezzo e si può fare.


Emilia Cremeria
Non è un ristorante, ma è una gelateria, in piazza Mazzini, una delle piazze più belle e più accoglienti di Modena. Il personale non è dei più gentili e preparati (per mettere due gusti su un cono ci mettono il loro tempo, magari sfortuna, erano appena stati assunti), ma il gelato è buono e abbondante, c'è molta scelta di gusti e la stracciatella, la crema, il melone e il pistacchio sono gustosi. Poi c'è piazza Mazzini davanti, tra le panchine bianche messe a disposizione dalla gelateria e quelle della piazza, in cui godersi i movimenti della città. I coni e le coppette partono da 2,5 euro.

Le foto senza marchio, da tripadvisor.


Nessun commento:

Posta un commento