Un'aiuola di piracanta abbellisce piazzetta IV marzo

Nel cuore di Torino, c'è uno slargo, che non è una piazza vera e propria e non ha una forma regolare, e vorrei ben vedere, essendo un incrocio di vie di provenienza non ortogonale. E nonostante queste forme non convenzionali nella città che meglio conserva il reticolo romano nel suo impianto storico, piazzetta IV marzo ha un fascino introvabile in altri luoghi cittadini: una mescola di stili che si rifanno al Medioevo e richiamano un po' il Rinascimento (siamo pur sempre a pochi passi dal Duomo, unico edificio torinese che richiama nelle forme il Rinascimento fiorentino), un invito all'aria aperta dai dehors dei locali, sempre più numerosi, e dagli alberi del giardino centrale. Impossibile passare in piazza IV marzo e rimanere immuni al suo fascino.

La piracanta in largo IV marzo La piracanta in largo IV marzo

Ed è questo cuore della città che oggi si è arricchito di bellezza. Nell'angolo orientale del giardino, quello che guarda verso la Cattedrale, i tecnici del Comune hanno messo a dimora 250 arbusti di piracanta, una pianta sempreverde molto apprezzata nella composizione dei perimetri delle aree verdi perché non solo permette di delimitare gli spazi, ma anche perché è semplice da coltivare e da mantenere, essendo molto resistente. Una caratteristica che sarà bello osservare nei prossimi mesi è che fiorisce in primavera ed estate con piccoli fiori bianchi e poi in autunno si riempie di piccole bacche rosse e tonde: queste siepi saranno insomma un bell'angolo di colore in largo IV marzo.

La nuova aiuola nasce grazie alla donazione dell'associazione Porta Doranea e all'autotassazione di residenti e commercianti, decisi a migliorare l'aspetto del giardino centrale. Grazie a tutti loro.


Commenti