giovedì 7 febbraio 2019

Al Festival del Giornalismo Alimentare, tutte le declinazioni dell'informazione sul cibo

Il cibo e l'informazione, rapporto controverso che in questi anni di sovraesposizione mediatica del food si fa essenziale e basilare. Se ne discute al Festival del Giornalismo Alimentare, dal 21 al 23 febbraio 2019 al Centro Torino Incontra (via Nino Costa 8). Si incontreranno giornalisti, aziende, autorità, foodblogger, influencer in seminari, tavole rotonde, laboratori pratici, educational. Il programma è ricco di spunti, "il cibo sarà anche analizzato come possibile fattore di integrazione per le popolazioni migranti, come scelta sostenibile per l'ambiente e come protagonista spesso determinante nei sistemi finanziari, attraverso un'intervista con la professoressa Elsa Fornero. Anche il mondo vegano si interrogherà in un confronto aperto tra critici gastronomici e chef di successo come Pietro Leemann e Simone Salvini, coordinati dalla rivista di riferimento Funny Vegan, mentre panel di approfondimento saranno dedicati al delicato tema del benessere animale, alla scienza gastronomica e alle fake news su uno dei prodotti più amati quale il pesce, anche grazie all'analisi di Eurofishmarket, l’unico periodico tecnico - scientifico specializzato nella filiera ittica" spiega il comunicato stampa.

Tanti gli incontri interessanti per giornalisti e blogger: La tutela di chi compra cibo sul web (21 febbraio, ore 14), L'informazione sulle buone abitudini contro l'obesità infantile (21 febbraio, ore 16.10, Sala Cavour), Le strategie di comunicazione per il turismo enogastronomico (21 febbraio ore 16.10 sala Gioilitti), il ruolo degli uffici stampa (22 febbraio, ore 9, Sala Giolitti), Regole e tranelli del digital food (22 febbraio, ore 12.30, Sala Giolitti), Le bufale sulla salute e sul cibo (22 febbraio, ore 15, sala Giolitti), raccontare il food sui diversi media (22 febbraio, ore 16.10, Sala Cavour). Tra i protagonisti, giornalisti, blogger, influencer specializzati sul tema del food, con Benedetta Rossi, una delle star emerse dal web, intervistata da Alessandra Comazzi in La mia giornata da foodblogger (22 febbraio, ore 18.10, Sala Cavour).

Tutt'intorno agli incontri e ai dibattiti, il Festival del Giornalismo Alimentare ha organizzato una serie di eventi, momenti di scambio, di conoscenza e socializzazione tra i diversi attori di questo settore così strategico per l'economia italiana come è il food. I momenti B2B daranno a imprese e professionisti della comunicazione l'opportunità di conoscersi e di valutare possibili partnership professionali. Saranno coinvolti i Maestri del Gusto di Torino e provincia e i produttori vitivinicoli Torino DOC; gli incontri si svolgeranno in salette riservate, giovedì 21 febbraio 2019 dalle ore 14.30 alle 17.30 e venerdì 22 febbraio dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30 (iscrizioni a b2b@festivalgiornalismoalimentare.it). I laboratori pratici del Festival permetteranno ai partecipanti di conoscere, guidati da esperti, sapori, segreti e caratteristiche di prodotti alimentari come il latte e i suoi derivati, il pesce e i gluten free. Degustazioni e cene speciali costituiranno gli eventi off, con cui si chiuderanno le prime due giornate di lavoro: l'Associazione Cuochi di Torino preparerà un aperitivo alla presenza dei produttori; la Camera di Commercio proporrà un aperitivo offerto dai Maestri del Gusto e dai produttori di vini Torino DOC e si potrà provare il primo sakè italiano al mondo, realizzato con il riso penelope vercellese e presentato in anteprima mondiale durante la serata; l'Istituto Alberghiero Beccari sarà la sede delle ricette del dialogo, un laboratorio dedicato ad alcune specialità africane; al Ristorante Esperia, La tavola di Leonardo: un genio in cucina, guidata da Barbara Ronchi della Rocca con Claudio Porchia, racconterà tavola e ricette ai tempi del genio toscano, per introdurci nel lungo anno di celebrazioni, per ricordare i 500 anni dalla sua morte. Gli educational, infine, concluderanno il Festival del Giornalismo Alimentare, il 23 febbraio: San Salvario, Caluso, Alba, le sedi di Inalpi e SMAT, il Superstore Coop Botticelli, il caffè Costadoro, il Pastificio bolognese Muzzarelli, la Cookin Factory sono alcune delle tappe dei press tour, riservati a giornalisti e blogger accreditati. Il Festival offre crediti formativi a giornalisti e professioni scientifiche e sanitarie soggette alla formazione continua dei rispettivi Ordini.

Tutte le info e, soprattutto, il programma completo con modulo per l'accredito, su www.festivalgiornalismoalimentare.it.


Nessun commento:

Posta un commento