venerdì 26 gennaio 2018

Seeyousound, dieci giorni di cinema a tematica musicale al Cinema Massimo

Inizia oggi, 26 gennaio 2018, al Cinema Massimo (via Verdi 18) la quarta edizione del Seeyousound International Music Film Festival, il primo festival italiano dedicato al cinema a tematica musicale, che si concluderà il 4 febbraio. Il programma prevede la proiezione di 62 film, suddivisi in 4 sezioni competitive, 2 rassegne fuori concorso e 1 retrospettiva, per 27 anteprime italiane, un'anteprima internazionale e un'anteprima europea. Intorno alle proiezioni anche tanti eventi e, per la prima volta, il Circolo dei Lettori, per dieci giorni 'casa' della manifestazione.

A dare il via a Seeyousound sarà stasera, alle ore 21, Ingeborg Holm, film muto di Victor Sjöström, musicato dal vivo da Corrado Nuccini, Iosonouncane ed Enrico Gabrielli, e proiettato in versione restaurata in 2K da dello Svenska Filminstitutet-Cinemateket. Poi ci saranno i 6 lungometraggi di Long Play Feature, tra cui spiccano il candidato irlandese per la corsa agli Oscar 2018 Song of Granite di Pat Collins, l'argentino Musica para casarse di José Militano e il primo musical della storia del festival, Stuck di Michael Berry. I 6 documentari di Long Play Doc analizzeranno il potere rivoluzionario della musica, dal rap iraniano di When God Spleeps di Till Schauber, ospite del Festival, a You Are Teddybears di John Boisen e Björn Fävremark, sulla carriera della band svedese, a Conny Plank - The Potential of Noise, un viaggio nella vita del produttore e sound designer. 7Inch presenterà dodici cortometraggi internazionali da tutto il mondo, tra cui lo svedese The Burden di Niki Lindroth von Bahr, premiato come Miglior cortometraggio di animazione agli European Animation Awards 2017. Per Soundies saranno in gara venti videoclip prodotti nel 2017, da registi come Loïc Andrieu, Joseph Kahn e Ilya Naishuller.

Fuori concorso, continua la ricerca nel cinema musicale di Rising Sound, che quest'anno propone un focus sul macro-universo della Radio dal titolo Radioactivity, 5 film per portare il pubblico in un immaginario backstage dove si muovono coloro che ogni giorno scoprono talenti emergenti e dettano le regole dei gusti musicali. I sette film di Into the groove spaziano dalle nuove tendenze musicali ai cult: spiccano Souvenir, in cui Isabelle Huppert interpreta Liliane, seconda all'Eurofestival dietro agli ABBA, negli anni 70, e Ryuichi Sakamoto, risultato di cinque anni al seguito del musicista giapponese.

Il programma del Festival è vasto e lo trovate completo su www.seeyousound.org

Vi segnalo che al Circolo dei Lettori Seeyousound svolgerà buona parte del suo programma off, con incontri con gli autori e aperitivi musicali (appuntamenti con, tra gli altri, Phil Cox, che ha diretto Betty – They Say I’m different, su Betty Davis, e Christina Tsiobanelis, che ha co-diretto Silvana, sulla rapper svedese Silvana Imam; entrambi dialogheranno con Irene Dionisio). In contemporanea con l'inaugurazione del Festival, al Museo del Cinema ha aperto la mostra Soundframes, che riprende la tematica principale cara a Seeyousound, ovvero il rapporto tra musica e cinema. "Musica e cinema saranno protagonisti per un anno intero a Torino. Sarà anche l'anno di una grande novità: porteremo Seeyousound in tour, proponendo questo progetto ad altri pubblici, in altri contesti" ha detto il direttore del Festival Maurizio Pisani in conferenza stampa.


Nessun commento:

Posta un commento